Domenica 20 Settembre 2020

Notizie di Turismo in Abruzzo

Turismo e Natura

Di Giuseppantonio: La Bandiera Blu 2020 assume quest'anno un significato speciale: restituire speranza a tutti i fossacesiani”.

A distruggere i nidi della rarissima specie di uccello sono i cani lasciati in libertà sulla spiaggia: La Soa lancia un appello ai proprietari e chiede più controlli

Febbo: attendiamo direttive certe dal Governo nazionale per prevenire rischio di contagio da Covid-19

D'Amario e Giannantonio: mancano protocolli e regole chiare sulle future riaperture, occorre fare presto

Lo assicura il sindaco Enrico Di Giuseppantonio che annuncia una riunione di Giunta ad Hoc per individuare azioni mirate

Federalberghi Pescara ha partecipato ieri al primo Tavolo del Turismo indetto dall’Assessore di riferimento Avv. Alfredo Cremonese. Un Tavolo richiesto da Federalberghi già dall’inizio della nuova Consiliatura e cui erano presenti per l’associazione Emilio Schirato (Presidente) e Cecilia Rubaudo (Consigliere) entrambi titolari di alberghi cittadini.

Una riunione operativa, tenutasi in videoconferenza, con tutti gli assessori regionali al demanio marittimo, per chiedere al Governo misure straordinarie per tutelare i lavoratori di stabilimenti balneari e lidi che, ad oggi, non sono stati considerati dal decreto Cura Italia.

Lo annuncia l'assessore Del Trecco che spiega come è stato organizzato il conferimento per le famiglie colpite dal Coronavirus

Abrussels asbl, associazione degli abruzzesi a Bruxelles e Abruzzo Smart Ambassador, ha messo a disposizione di associazioni no profit apartitiche operanti in Abruzzo la somma di 3.000 euro per realizzare un progetto senza scopo di lucro dal titolo "RilanciAmo".

Sulla base dei prelievi eseguiti dall’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente (ARTA) in tutti i punti di prelievo individuati (nella zona sud dell’ex stazione ferroviaria, in prossimità della foce del Fiume Sangro e sul litorale) i risultati confermano l’ottimo stato di salute del mare che bagna i cinque chilometri di Fossacesia anche in questi primi mesi del 2020.

In un inverno troppo caldo e con scarso innevamento, sui prati ripidi di alta quota della dorsale dal Monte Petroso al Monte Metà, i branchi di camoscio appenninico hanno preferito rimanere sui pascoli di altitudine piuttosto che rifugiarsi nei boschi della Val Canneto e della Valle Pagana, come è loro consuetudine durante le stagioni invernali.