Domenica 25 Febbraio 2024

Turismo e Natura

Rapporto Orso 2022: il contributo della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio.

03/07/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Rapporto Orso 2022: il contributo della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana  Alto Gizio.

Grazie al monitoraggio intensivo che il Personale della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio svolge da molti anni, anche nel 2022 sono stati monitorati almeno 7 individui di Orso bruno marsicano, che hanno frequentato stabilmente il territorio del Comune di Pettorano sul Gizio. Ciò è quanto emerge dal Rapporto Orso 2022, edito dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

I risultati del monitoraggio vengono fuori da una notevole mole di dati raccolti nella Riserva: i segni di presenza di orso rilevati ammontano a 428, in aumento rispetto al 2021, di cui il 97% rilevato direttamente dal personale della Riserva. Allo stesso modo la ricerca di campioni di pelo ha portato alla raccolta di 100 campioni che sono stati inviati a ISPRA per le analisi genetiche previste.

Questi dati, ancora una volta testimoniano come la Riserva rappresenti un territorio cruciale per la conservazione e l’espansione della specie, posta a cavallo tra il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il Parco Nazionale della Majella. Tramite l’utilizzo di diverse tecniche disciplinate di monitoraggio individuate nel Protocollo messo a punto dalla Rete di Monitoraggio Abruzzo e Molise (foto‐trappolaggio, monitoraggio dei “grattatoi ‐ Rub Tree” e realizzazione di “trappole per pelo”) si è riusciti ad avere un quadro abbastanza chiaro ed esaustivo, basato sulle evidenze scientifiche, della frequentazione dell’Orso nei territori della Riserva e del Comune di Pettorano.

Dalle analisi genetiche effettuate da ISPRA, 4 individui sono risultati in assoluto nuovi per l’intera popolazione di Orso bruno marsicano, poiché non ancora conosciuti in precedenza. Una ulteriore notizia positiva è la frequentazione della Riserva Naturale da parte di altri individui di sesso femminile: una femmina con due cuccioli dell’anno al seguito (FWC2) e dell’orsa Barbara (F1.129) catturata nel mese di ottobre, per la seconda volta nella Riserva, da una squadra mista, composta dal personale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Riserva Naturale ed è stata munita di un radiocollare satellitare messo a disposizione dal PNALM.

“Questi importanti risultati raggiunti ‐ commenta Simona Schiappa, Assessora del Comune di Pettorano – rendono giustizia del costante e imponente lavoro della nostra Riserva, nell’ambito delle attività della Rete di Monitoraggio, e dimostrano come i nostri territori abbiano una valenza cruciale non solo nella tutela dell’intera popolazione, ma anche in relazione alla sua tanto auspicata espansione demografica e territoriale, condizione indispensabile per la conservazione della specie nel lungo termine”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Creare i presupposti per una collaborazione tra i comuni costieri del teramano e del pescarese con quelli del chietino per sviluppare e promuovere il turismo abruzzese. Iniziative e progetti che vadano in linea con i programmi del Settore Turismo della Regione Abruzzo.

Il turismo abruzzese ha un’ulteriore strada da percorrere. La strada ferrata, quei binari che si snodano tra le bellezze naturalistiche abruzzesi e che ospiteranno i treni turistici della TUA.

L'edizione 2024 della Borsa Internazionale del Turismo (BIT) ha registrato un notevole successo per l'Abruzzo, grazie alla collaborazione tra l'Assessorato regionale al Turismo, le Camere di Commercio Chieti-Pescara e Gran Sasso d'Italia e i 30 operatori turistici abruzzesi presenti nello stand dedicato.

Per promuovere le bellezze della via Verde, della Costa dei Trabocchi e del borgo medievale