Giovedì 18 Agosto 2022

Cronaca

Montesilvano, usura ed estorsione nei confronti di un imprenditore teramano, un arresto e sei indagati

02/07/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Montesilvano, usura ed estorsione nei confronti di un imprenditore teramano, un arresto e sei indagati

Secondo quanto emerso dalle indagini, eseguite dai Carabinieri e coordinate dalla Procura, l'arrestato avrebbe erogato alla vittima prestiti con tassi di interesse dal 100% al 400 % annuo.

Alle prime ore dell’alba, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo, in collaborazione con i Militari dell'Arma della Compagnia di Montesilvano, hanno provveduto a dare esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa da GIP del Tribunale di Pescara su conforme richiesta della locale Procura delle Repubblica, nei confronti di C.E., 38 anni residente a Montesilvano.

L'uomo è gravemente indiziato di aver posto in essere una serie di attività usurarie ed estorsive in danno di un imprenditore teramano, che si era trovato in gravi difficoltà economiche e finanziarie. A fronte di iniziali prestiti con tassi d’interesse esorbitanti (dal 100% al 400% annuo) ed allorquando la vittima si è trovata nell’oggettiva impossibilità di rispettare le scadenze imposte, l'uomo avrebbe compiuto una serie di azioni minacciose ed estorsive, tese a sbloccare definitivamente le resistenze dell’imprenditore, facendosi anche assumere formalmente ma fittiziamente presso la sua azienda, e non solo percependone la retribuzione ma anche falsamente attestando all’Autorità Giudiziaria la posizione lavorativa al fine di ottenere la concessione di misure alternative alla detenzione in carcere in relazione a precedente condanna.

Unitamente al 38enne attinto da misura cautelare personale, risultano indagati a vario titolo altri sei soggetti, dimoranti nelle provincie di Pescara, Teramo e Milano, nei confronti dei quali i Pubblici Ministeri titolari dell’indagine, dott. Andrea Papalia e dott.ssa Benedetta Salvatore, hanno disposto doversi procedere a perquisizione domiciliare. Il provvedimento, infine, dispone il sequestro preventivo nei confronti dell'uomo e di altri tre indagati, delle disponibilità liquide costituenti profitto diretto del reato di usura per un ammontare complessivo di oltre € 350.000. Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e che, all’esecuzione della misura cautelare odierna, seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa dell’indagato, la cui eventuale colpevolezza in ordine ai reati contestati dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

I Carabinieri della Stazione di San Vito Chietino in collaborazione con gli agenti della Polizia Locale, del Nucleo Radiomobile di Ortona e della Stazione di Torino di Sangro hanno arrestato per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonché denunciato in stato di libertà per guida sotto l’effetto di stupefacenti, un 48enne artigiano residente in un piccolo comune della provincia di Benevento ma in vacanza sulla costa dei Trabocchi.

L'anziana 88enne è stata travolta dalle fiamme e le sue condizioni sono apparse subito gravi

Intorno alle 21.20 banditi incappucciati hanno fatto esplodere l’ingresso dell’esercizio commerciale, che si trova accanto al Bar Jolly, portando via una macchinetta cambiamonete

E' morto a 93 anni Piero Angela, il patriarca della divulgazione italiana.