Giovedì 18 Agosto 2022

Politica

Caccia al cinghiale in Abruzzo, via libera in Giunta regionale al disciplinare di caccia di selezione

01/07/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Caccia al cinghiale in  Abruzzo, via libera in Giunta regionale al disciplinare di caccia di selezione

Il provvedimento è stato approvato nella seduta di ieri su iniziative del vicepresidente della Giunta Emanuele imprudente.

Disco verde, su iniziativa del vicepresidente della Giunta, Emanuele Imprudente, per il disciplinare di caccia di selezione al cinghiale. Tale disciplinare trova applicazione, senza soluzione di continuità e fino alla data di adozione di un nuovo disciplinare.

Nello specifico, la caccia di selezione al cinghiale è svolta esclusivamente nel territorio sottoposto a gestione venatoria, all’interno di un arco temporale massimo stabilito nell’anno di riferimento, anche al di fuori dei periodi e degli orari previsti dalla legge, previa acquisizione di parere dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA).

Il disciplinare dispone che la caccia di selezione si svolga a partire da un’ora prima del sorgere del sole ad un’ora dopo il tramonto, per un massimo di cinque giornate settimanali, con esclusione dei giorni di silenzio venatorio (martedì e venerdì). Si tratta di un valido strumento per aumentare il prelievo dei cinghiali e ridurre i danni causati dalla specie. Il Disciplinare prevede anche che la Regione possa richiedere agli Ambiti Territoriali di Caccia, attraverso una propria piattaforma, l’attivazione di specifici interventi in caccia di selezione, per contenere i danni al patrimonio agricolo, per la prevenzione degli incidenti, per motivi sanitari o altre cause. Le richieste sono inoltrate congiuntamente anche alla Polizia Provinciale

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Tre deputate uscenti e una senatrice in lista voto aderenti

Candidati del Pd nazionale sono il senatore uscente e il segretario regionale in carica

Si tratta di 4 quattro progetti che mirano ad implementare e rendere più efficiente l’utilizzo delle tecnologie digitali da parte del Comune

Il capogruppo del centrodestra in consiglio comunale presenta una mozione in cui ricorda ai cittadini: "Le cartelle possono essere impugnate"