Giovedì 22 Febbraio 2024

Economia

Udc Abruzzo, La regione si attivi per ottenere contributi a favore di esercizi commerciali di vicinato

24/07/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Udc Abruzzo, La regione si attivi per ottenere contributi a favore di esercizi commerciali di vicinato

I contributi economici per salvare i negozi abruzzesi – afferma il segretario Di Giuseppantonio - devono sostenere un progetto che punta sul valore che le attività commerciali rivestono per i piccoli centri e per le città.

“Sostenere gli operatori commerciali abruzzesi, partecipando per esempio ai bandi europei o individuando altre risorse nazionali o regionali a favore dei negozi di vicinato ”. E’ quanto chiede alla Regione Abruzzo la direzione regionale dell'UDC, presieduta dal segretario Enrico Di Giuseppantonio, prendendo spunto dall’analoga iniziativa promossa da altre regioni e città italiane proprio per sostenere il commercio di vicinato, settore che tentenna e mostra difficoltà nel ripartire dopo la pandemia e per la crisi economica.

“Se dal turismo arrivano segnali incoraggianti non si può dire altrettanto per il commercio - sottolinea Di Giuseppantonio -. Per questa ragione è urgente agire e la Regione, in sinergia con i Comuni e le associazioni di categoria, può e deve compiere tutti i passi necessari per aiutare il settore. Alcune Regioni e comuni, ad esempio, si sono già mossi con contributi per la realizzazione di progetti di sviluppo commerciale in ambiti di intervento che vanno dall’innovazione alla specializzazione e personalizzazione dell’offerta, per migliorare gli spazi di vendita, per la digitalizzazione. Inoltre, per la sostenibilità ambientale, per l’abbattimento delle barriere architettoniche sull’ uso e valorizzazione dello spazio pubblico, ad esempio, allestimenti, interventi di arredo. Tenendo conto anche dei lavori di ristrutturazione dei locali, nell'acquisto delle attrezzature, di beni e servizi e per le spese di gestione."

"I contributi economici per salvare i negozi abruzzesi – afferma il segretario Di Giuseppantonio, che è anche sindaco di Fossacesia - devono sostenere un progetto che punta sul valore che le attività commerciali rivestono per i piccoli centri e per le città: un presidio economico ma anche sociale e urbanistico, in grado di qualificare l’ambiente esterno in cui sono collocate. Per questo dobbiamo puntare a finanziare, con contributi a fondo perduto,sia lavori strutturali sia attività in rete con altri esercizi di vicinato, così da qualificare i luoghi e caratterizzarli rispetto ad una specifica offerta. L'Abruzzo ha molti punti vendita cosiddetti di vicinato ed ognuno di questi che chiude diventa una grave perdita economica per le famiglie di commercianti e per la collettività”.

L' UDC Abruzzo indica le micro e piccole imprese commerciali da sostenere: quelle già costituite e attive operanti nei settori del commercio al dettaglio di vicinato, dell’artigianato, della somministrazione di alimenti e bevande, del turismo e dei servizi.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Giangiulli e Saraullo: "Tavolo di lavoro con tutti i soggetti interessati per adeguare la normativa urbanistica e puntare su servizi ed accoglienza"

L'Abruzzo prima Regione del Centro sud a firmare l’accordo con una dote più alta delle altre Regioni. L’annuncio della Meloni: «La Roma-Pescara di farà»

La presenza dell'amministratore delegato Carlos Tavares e di Jean Philippe Imparato, responsabile della Pro One Business Unit, sottolinea l'importanza strategica dello stabilimento, che mira a raddoppiare le vendite entro il 2030, in linea con il piano Dare Forward 2030 di Stellantis.

Esaminati progressi e prospettive del Polo che, con oltre 10 anni di attività e 130 imprese coinvolte, propone una revisione della Smart Specialisation Strategy per contribuire in modo significativo allo sviluppo regionale.