Venerdì 12 Aprile 2024

Economia

HI REACH: Una fornitura integrata a livello di Rete per il Settore Motociclistico

28/06/2012 - Redazione AbruzzoinVideo

HI REACH è
-un nuovo modo di produrre componenti
per moto utilizzando tecnologie esclusive a minimo impatto ambientale sull’intero ciclo di vita
-un nuovo modello di fornitura in cui diversi fornitori propongono un sistema tecnico mirato al valore dell’eco efficienza
Diversi attori della filiera costruiscono una catena di fornitura flessibile e ottimizzata di profilo eco-efficiente, compreso il Km zero.
I processi di Hi reach
:
Fusione di alluminio a gravità con anime in sabbia cementate da leganti esclusivamente inorganici
Realizzazione di componenti di sicurezza come assemblato di parti specializzate, unite tramite giunzioni weldless e con finitura superficiale ecologica con minimo materiale, e assenza di sostanze chimiche.
Ottimizzazione dell’intera filiera produttiva minimizzando l’impatto ambientale complessivo secondo l’analisi del ciclo di vita.
Il SISTEMA HI REACH
significa unico fornitore, unico codice, unica logistica, unica responsabilità di prodotto, rischio frazionato in caso di calamità
HI REACH SI AVVALE DI UNA RETE DI IMPRESE COSTITUITA NEL 2011
12 IMPRESE DELLA FILIERA PRODUTTIVA E DEI SERVIZI
Per l’ambiente Hi reach si propone:
La riduzione delle emissioni in atmosfera -10÷60% (dal meno 10 al meno 60 per cento di) riciclo degli sfridi e degli scarti di lavorazione, riciclo delle anime utilizzate in fonderia
Il minore consumo di risorse e di energia dal- 10÷60%
100%
-60%
minore intensità energetica e emissioni di CO2 delle lavorazioni meccaniche grazie all’autoproduzione di energia rinnovabile
PRIMA APPLICAZIONE NEL SETTORE MOTO
Fusione di alluminio in conchiglia con anime in sabbia cementate da leganti esclusivamente inorganici.
PROCESSO IN FASE DI BREVETTAZIONE
Del perno
assemblato
Un perno realizzato in due parti di acciai differenti assemblate con giunzione weldless e finitura superficiale con processo CVD
Hi reach è
-Ottimizzazione dell’intera filiera produttiva
-Minimizzazione dell’impatto ambientale complessivo con il supporto dell’analisi LCA
Il progetto è stato sviluppato con il contributo della commissione europea nell’ambito del programma ecoinnovation 2009
CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Momenti di Formazione per la nascita di nuove giovani imprese, consolidamento del tessuto imprenditoriale esistente, creazione di reti, coinvolgimento di altre dimensioni della comunità nelle attività produttive.

Giangiulli e Saraullo: "Tavolo di lavoro con tutti i soggetti interessati per adeguare la normativa urbanistica e puntare su servizi ed accoglienza"

L'Abruzzo prima Regione del Centro sud a firmare l’accordo con una dote più alta delle altre Regioni. L’annuncio della Meloni: «La Roma-Pescara di farà»

La presenza dell'amministratore delegato Carlos Tavares e di Jean Philippe Imparato, responsabile della Pro One Business Unit, sottolinea l'importanza strategica dello stabilimento, che mira a raddoppiare le vendite entro il 2030, in linea con il piano Dare Forward 2030 di Stellantis.