Venerdì 23 Aprile 2021

Ecologia e Ambiente

La Valagro di Atessa rafforza il suo impegno per creare un futuro sostenibile per le persone e l’ambiente e presenta Talete

04/03/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
La Valagro di Atessa rafforza il suo impegno per creare un futuro sostenibile per le persone e l’ambiente e presenta Talete

La sua soluzione per la gestione sostenibile dell’acqua. Il biostimolante per la gestione sostenibile dell’acqua in condizioni di adeguata disponibilità e di scarsità permanente o temporanea sarà presentata in un evento digitale mondiale.

Valagro, azienda leader nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione di biostimolanti e specialità nutrizionali per le colture, annuncia oggi il lancio di Talete in cinque nuovi Paesi - Australia, Cina, Colombia, Francia e Grecia - in un evento digitale mondiale che coinvolge esperti, clienti, agricoltori e opinion leader provenienti da più di 12 Paesi nei 5 continenti. Questo evento è un importante tappa che fa seguito al lancio iniziale di Talete sul mercato globale avvenuto per la prima volta nel 2020. Grazie a Talete, Valagro offre una soluzione concreta ed efficace per gli agricoltori di tutto il mondo: questo biostimolante nasce dalla esclusiva piattaforma tecnologica GeaPower® per aumentare la Crop Water Productivity, ovvero aumentare la resa produttiva o economica per ogni unità di acqua utilizzata nella produzione agricola.

Il fine di Talete è quello di promuovere una produzione sostenibile in condizioni di adeguata disponibilità di acqua e in condizioni di scarsità permanente o temporanea. Costituito da biomolecole di origine vegetale processate secondo la tecnologia GeaPower®, Talete agisce direttamente sulla fisiologia della pianta aiutando le colture ad aumentare la Crop Water Productivity sia quando l’acqua è disponibile in adeguate quantità, sia quando questa è scarsa, in maniera permanente o temporanea.

Sul palco virtuale si alterneranno come speaker alti dirigenti del Gruppo Valagro e di Syngenta Crop Protection, insieme a esperti internazionali, per illustrare le principali sfide globali connesse alla gestione sostenibile dell’acqua, una risorsa preziosa per l’agricoltura di oggi e domani. Valagro oggi fa parte di Syngenta Crop Protection, tra i leader mondiali nel settore agricoltura.

Giuseppe Natale, CEO di Valagro: “Valagro si impegna ogni giorno per creare un futuro sostenibile per le persone e l’ambiente. Si tratta di una mission ambiziosa per realizzare la quale mettiamo il meglio della nostra ricerca al servizio dei reali bisogni degli agricoltori. Tra loro c’è chi sperimenta la difficoltà di accedere all’acqua o di gestirla in modo ottimale. Talete nasce proprio da questa esigenza: fornire una valida soluzione agli agricoltori di tutto il mondo per ottenere il massimo dai loro raccolti ottimizzando l’utilizzo dell’acqua, una risorsa sempre più preziosa per l’agricoltura di oggi e di domani. Aumentando il ritorno di investimento per gli agricoltori, Talete rende l’agricoltura sempre più produttiva e rende più sostenibili i processi di produzione attraverso i quali il cibo arriva sulle nostre tavole”.

Corey Huck, Head Global Biologicals, Syngenta Crop Protection: “Ogni singola goccia di acqua ha un valore inestimabile per la produzione agricola che a sua volta deve soddisfare una domanda globale di cibo in costante crescita in maniera sostenibile. Occorrono da 1 a 3 tonnellate di acqua per far crescere 1 kg di cereali e la FAO stima che siano necessari tra i 2.000 e i 5.000 litri di acqua per produrre il cibo quotidiano di una persona. Sono numeri che ci aiutano a comprendere quanto elevato sia – e continuerà ad essere - il fabbisogno di acqua per l’agricoltura, soprattutto se consideriamo il cambiamento climatico. Per questo dobbiamo essere al fianco degli agricoltori offrendo loro efficaci soluzioni nel campo dei Biologicals, basate sulla scienza, come Talete, per gestire al meglio questa preziosa risorsa naturale. Questo è in linea con l’impegno di Syngenta di investire 2 miliardi di dollari in innovazione per realizzare un cambiamento radicale verso la sostenibilità agricola. Un’innovazione progettata per ridurre l'impronta di carbonio dell'agricoltura, mitigarne l'effetto sulla filiera alimentare e fornire agli agricoltori gli strumenti di cui hanno bisogno per gestire i loro raccolti in modo sostenibile.”

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo Atessa

Potrebbero interessarti

De Martinis: "Con questa struttura un cambio di mentalità per evitare l'abbandono dei rifiuti"

Al polo di trattamento rifiuti di Valle Cena, da quando iniziarono i conferimenti delle raccolte differenziate di plastica/lattine nel 2003, sono state selezionate circa 8.000 tonnellate di materiale avviato al recupero, pari a circa 80.000 metri cubi.

A turno le pattuglie vigileranno sul territorio ma svolgeranno anche un compito informativo sulla corretta gestione rifiuti.

“Importante prepararsi subito per prevenire maggiori sofferenze e abbandoni post pandemia. Questa l’urgenza che emerge dal IX rapporto Animali in Città di Legambiente”.