Domenica 14 Aprile 2024

Cronaca

Incidente stradale sulla Statale 16 a Vasto, tre morti e un ferito

03/03/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Incidente stradale sulla Statale 16 a Vasto,  tre morti e un ferito

Tra le vittime anche una ragazzina di 15 anni

Drammatico incidente stradale sabato sera, 2 Marzo 2024, sulla Statale 16 Adriatica, in territorio di Vasto, nel chietino. Nello scontro avvenuto nei pressi del parcheggio Casarza, tra una Jeep Renegade e una Bmw coupe, il fuoristrada ha sbandato finendo contro il guardrail.

Terribile il bilancio della tragedia, tre morti e due feriti. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i vigili del fuoco di Vasto. Due vittime, un uomo di 51 anni Paolo Marchesani., e la nipote Martina Mancini  di 15 anni,  che erano a bordo della Jeep insieme alla moglie e alla figlia  dell'uomo, la prima rimasta ferita in modo non grave mentre la seconda si trova ricoverata nel reparto di rianimazione all'ospedale San Pio di Vasto dopo aver subito un intervento chirurgico. L'altra persona deceduta era invece a bordo della Bmw. Si tratta di un noto ristoratore della zona, Dante Carpi, 57 anni, rimasto illeso il figlio di 11 anni, che era in auto con lui.  Dei rilievi si stanno occupando i carabinieri della locale Compagnia che dovranno ricostruire la dinamica dell'incidente.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Vasto Carabinieri 118

Potrebbero interessarti

Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Pescara Francesco Marino, che ha anche stabilito il divieto assoluto di contatti di qualsiasi genere della docente con la ragazza.

Questa mattina, alle 5:00 circa, una squadra dei Vigili del Fuoco del Comando Pescara è intervenuta per un incendio di un'auto in Via Caravaggio, numero 299, nel comune di Montesilvano

L'auto sulla quale viaggiavano le vittime ha prima tamponato un veicolo e poi è andata a schiantarsi contro uno spigolo della galleria.

Le autorità dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova hanno deferito alla Procura della Repubblica di Teramo il proprietario di un terreno situato a Roseto degli Abruzzi, per presunta gestione illecita di rifiuti, realizzazione di una discarica non autorizzata e deposito incontrollato di rifiuti.