Sabato 20 Luglio 2024

Cronaca

Città Sant'Angelo, sequestrato il canile sanitario della Asl di Pescara

24/01/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Città Sant'Angelo, sequestrato il canile sanitario della Asl di Pescara

Indagini partite da segnalazione associazione animalista, deferite 3 persone per abuso d'ufficio e falsità ideologica

I militari del Nucleo Cites e del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale – Nipaaf del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, nella mattinata di ieri, hanno proceduto ad eseguire il decreto relativo al sequestro preventivo, delegato dal G.I.P. del locale Tribunale, Dott. Giovanni De Renzis, del canile sanitario della ASL di Pescara, ubicato in Strada Migliori di Città Sant’Angelo 

Dagli accertamenti effettuati nello stesso canile sanitario e negli uffici della Asl di Pescara sarebbe emersa un’attività di soppressione illecita di cuccioli mediante la somministrazione dei farmaci per l’eutanasia e di ricovero non dovuto di cani.

All’interno del canile sanitario”, ha detto il comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, “sono state scoperte anche false registrazioni di soppressione di animali che invece venivano ospitati irregolarmente”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Infortunio sul lavoro questa mattina in una azienda di Mozzagrogna dove un operaio di 51 anni, che stava effettuando dei lavori all'interno della fabbrica, per cause in corso di accertamento si è infortunato ad una mano. L'uomo, soccorso dai sanitari del 118, e trasportato all'ospedale di Chieti, ha riportato l'amputazione di due dita della mano sinistra. 

Il Presidente del Consiglio regionale Sospiri annuncia l'incremento di 40 litri al secondo grazie al pozzo numero 9 di Bussi, assicurando mezz'ora in più di acqua al giorno per le famiglie del territorio.

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.