Venerdì 19 Luglio 2024

Cronaca

Chieti, controlli della Polizia di Stato nella zona frentana, denunciato il titolare di un B&B e sospesa l’attività di un bar

07/05/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Chieti, controlli della Polizia di Stato nella zona frentana, denunciato il titolare di un B&B e sospesa l’attività di un bar

Anche questa settimana il Questore della Provincia di Chieti ha disposto mirati controlli nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione dei fenomeni di illegalità che riguardano diversi settori sottoposti a licenza o autorizzazione.

Continuano i controlli serrati della La Polizia di Stato, disposti dal questore di Chieti, per verificare fenomeni di illegalità in settori sottoposti a licenza o autorizzazione.

Questa volta l’attenzione della Polizia amministrativa è stata puntata alle attività della zona frentana dove è stato denunciato il titolare di un B&B e sospesa l'attività di un bar.  Nel caso del B&B, il titolare è stato denunciato per aver omesso di comunicare in Questura le generalità delle persone alloggiate, violando le normative vigenti. La sanzione prevista per questa violazione può arrivare fino a tre mesi di arresto o un'ammenda fino a € 206,00.

Per quanto riguarda il bar, è stata contestata l'assenza del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), un documento obbligatorio per tutte le aziende con dipendenti che racchiude le misure di prevenzione per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro. L'attività è stata sospesa e il titolare sarà soggetto a una sanzione di 2.500 euro. Le operazioni sono state condotte da un team specializzato composto da vari uffici, tra cui la Squadra di Polizia Amministrativa della Questura di Chieti, il Commissariato di P.S. di Lanciano, l'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Chieti-Pescara e il Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione della ASL.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.

Nuova udienza questa mattina in Corte d'Assise a Chieti, l'ultima prima della pausa estiva, per il processo per l'agguato sulla Strada Parco a Pescara del primo agosto del 2022 in cui venne ucciso l'architetto Walter Albi e rimase gravemente ferito l'ex calciatore Luca Cavallito.

Una lettera per documentare, anche con grafici e dati precisi, la condizione attuale in merito alla disponibilità della risorsa. E’ una vera e propria emergenza idrica per 49 comuni della provincia di Chieti alle prese con una programmazione di interruzioni della fornitura che non si verificava da anni.