Mercoledì 21 Ottobre 2020

Turismo e Natura

Civitella Alfedena, la ripartenza del Comune più piccolo del Parco Nazionale d’Abruzzo,Lazio e Molise.

18/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Civitella Alfedena, la ripartenza del Comune più piccolo del Parco Nazionale d’Abruzzo,Lazio e Molise.

Quando la natura diventa protagonista dell’economia sostenibile. Nonostante la pandemia da Covid-19 l’economia del Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise ha continuato a dimostrare ottimi segnali, guardando al futuro.

Solo negli ultimi mesi sono state presentate al Comune di Civitella Alfedena tre dichiarazioni d’inizio attività: un ristorante, un negozio di vicinato per vendita di generi alimentari, un B&B e allo stesso tempo, dopo una ristrutturazione, ha ripreso l’attività anche un bar nei pressi del Museo e area faunistica del Lupo. Nello stesso periodo, dalla riapertura dei confini regionali, grazie anche alle belle giornate di sole, si è assistito, in particolare nelle aree del lago di Barrea e della Camosciara, all’arrivo di numerosi turisti che hanno scelto questi luoghi privilegiati per le vacanze brevi. Il tutto preannuncia, se il tempo si manterrà con temperature alte, un incremento delle presenze rispetto agli altri anni. Gli alberghi, il campeggio e le seconde case già dalla metà di giugno hanno avuto richieste di prenotazioni e si va verso il tutto esaurito per il mese di agosto, una tendenza che segna il ritorno alla normalità, con una scelta di viaggio basata sull’ambiente, sul bello, sulla conoscenza e tranquillità dei posti.



Una destinazione rassicurante con tantissime offerte di escursioni giornaliere, tematiche e laboratori in natura, affiancate da trekking e osservazioni faunistiche, organizzate da accompagnatori di montagna e guide ambientali locali. Una creatività di offerte, affiancata da un programma di accoglienza - rivisto e costruito in conformità delle disposizioni sanitarie – che prevede momenti ludico ricreativi con spettacoli teatrali itineranti in natura, laboratori didattici, cantastorie e musica vagante nel borgo, rivolto ad adulti e bambini. Dall’altra parte, con la riapertura dei cantieri edili dall’11 maggio scorso, il Comune ha proceduto alla sistemazione del sentiero natura verso Colle Pizzuto; ha sostituito tutti gli infissi dell’ufficio turistico e di tutte le altre strutture comunali. Sono terminati anche i lavori di rifacimento del selciato di Via Nazionale, dove si è provveduto alla sostituzione della rete idrica e fognante nonché a predisporre i sottoservizi finalizzati alla fibra ottica, ma soprattutto “ è una strada rinnovata e armoniosa che rende ancora più accogliente il contesto del centro storico del nostro piccolo borgo” - dichiara l’amministrazione comunale di Civitella Alfedena.


A settembre, comunque, si procederà al rifacimento del tappetino di asfalto di Via delle Gravare (circonvallazione). Anche questo intervento programmato in modo da evitare, per quanto possibile, eventuali disagi. Al di là delle valutazioni è un segnale importante di come, anche a fronte di una crisi sistematica economica e di sfiducia, i piccoli borghi sono opportunità da sostenere per il rilancio dell’intero Paese e di come i Civitellesi hanno saputo reagire scommettendo, assieme con il Parco, su un capitale che appartiene a loro e alla comunità internazionale.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Pochi giorni fa, ai piedi della Majella, si è rinnovato l’impegno del Parco in favore degli allevatori della Montagna Madre: il lupo ha riportato le pecore!

Una tradizione consolidata, che le concrete difficoltà, dovute all’emergenza coronavirus non ha scoraggio il “Cine Foto Club Parco d’Abruzzo” e il comune di Civitella Alfedena a proseguire l’organizzazione del decennale del “Concorso Fotografico Nazionale Civitella”, che ha il patrocinio della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), del PNALM (Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise), dell’ordine di giornalisti d’Abruzzo e il contributo della BCC di Roma e Ferrarelle spa.

Docenti da Lazio, Abruzzo e Campania al corso organizzato dalla Stazione Ornitologica Abruzzese alla Riserva naturale regionale del Lago di Penne il 23, 24 e 25 ottobre.