Marted 14 Luglio 2020

Sanità

Sanità, Verì 'sbloccate 598 assunzioni' Assessore, 'nostro compito fornire strumenti a enti collegati'

15/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Sanità, Verì 'sbloccate 598 assunzioni' Assessore, 'nostro compito fornire strumenti a enti collegati'

L'assessore alla Salute della Regione Abruzzo Nicoletta Verì replica al consigliere regionale Francesco Taglieri Sclocchi (M5S), precisando che il governo regionale è perfettamente consapevole della situazione di difficoltà di alcuni reparti del 'Renzetti'.

"Il compito della Regione è programmare, non gestire, fornendo agli enti collegati gli strumenti per poter assicurare i servizi ai cittadini. E così stiamo facendo anche per quanto riguarda la sanità: il 19 settembre scorso, la giunta regionale, ha approvato il piano triennale del fabbisogno di personale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, che consente all'azienda sanitaria di far fronte a tutte le carenze di figure professionali che dovessero presentarsi, comprese quelle dell'ospedale di Lanciano. Tra l'altro, molte procedure di selezione sono già in corso". L'assessore alla salute, Nicoletta Verì, replica al consigliere regionale del M5S Francesco Taglieri Sclocchi, puntualizzando come il governo regionale sia perfettamente consapevole della situazione di difficoltà in cui si trovano alcuni reparti del Renzetti. "Proprio per questo - aggiunge - abbiamo sbloccato, solo per la Asl 2, ben 598 nuove assunzioni in 3 anni, specificando che anche i pensionamenti anticipati o le eventuali dimissioni, potranno essere sostituiti dalle aziende senza ulteriori procedure autorizzatorie da parte della Regione. Un provvedimento, voluto dalla Lega e condiviso da tutta la maggioranza, che permetterà anche di ridurre drasticamente il ricorso a contratti interinali o a termine".

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Giunta Regionale

Potrebbero interessarti

E' il frutto di due incontri svolti oggi, in Municipio e all'ospedale San Pio, ai quali ha partecipato il manager della Asl Thomas Schael.

Infiltrazioni d'acqua ripetute nel tempo e presenza di un solaio “Sapal”, materiale molto in uso negli anni ‘50 e particolarmente esposto a fenomeni di distacco: queste le cause che hanno generato il crollo di una porzione di controsoffitto in due stanze della Chirurgia dell'ospedale di Vasto, coinvolgendo anche la sovrastante Sala parto.

E' la prima volta che la Regione predispone un piano normativo su questa sindrome che colpisce sempre più persone. Soddisfatto Guerino Testa firmatario insieme a Mario Quaglieri della proposta.

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti ha inviato un resoconto, dove sono indicati numeri, criticità e soluzioni adottate”.