Lunedì 13 Luglio 2020

Sanità

Sanità Chieti, Paolucci chiede chiarezza

20/08/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Sanità Chieti, Paolucci chiede chiarezza

Il Partito democratico, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Chieti, alla quale ha partecipato il Capogruppo in Consiglio regionale Silvio Paolucci, chiede chiarezza "sui grandi temi della sanità cittadina".

"Il Pd di Chieti chiede legittimamente chiarezza sulla programmazione – ha dichiarato Silvio Paolucci - Il Dea funzionale se è sì, è la stessa programmazione del Partito democratico ma devono fare chiarezza, perché abbiamo sentito proposte e soluzioni diverse dalla stessa maggioranza che governa le due città e la Regione. Il secondo punto è l'ospedale, si vuole fare l'ospedale nuovo? Se la risposta è no bisogna mettere mano sui corpi C ed F, sul parcheggio e su tanti temi che gravano sul presidio di Chieti e affliggono i cittadini che vi si recano". "Il terzo punto – prosegue Paolucci - è la carenza del personale, sono 18 i milioni 16 li ha messi la giunta di centrosinistra, altri 2 li ha aggiunti questa giunta regionale, sì, ma li ha spesi questi soldi? Perché c'è da chiedersi come, perché la notizia delle ultime ore è che Cardiochirurgia riduce le prestazioni per carenza di personale medico. Altro tema, Chieti alta: noi avevamo un progetto di cittadella della salute che è avanzatissimo: quel progetto vada avanti oppure ci dicano cosa intendono fare altrimenti. Ancora, le prestazioni chirurgiche a Chieti scendono paurosamente, mancano gli operatori e il primario da mesi, chiediamo: è merce elettorale? Altrimenti muovetevi per renderle operative e riallineare le prestazioni. Noi siamo favorevoli a fare l'ospedale di Chieti avevamo lo strumento possibile quello del Project financing, per farlo, se altri hanno altre idee, altre risorse, se le hanno trovate a Roma, se il governo giallo verde si sono impegnati con la Regione per darne altre siamo disposti a discutere, ma se così non è – conclude il suo intervento Paolucci - non capiamo perché abbandonare una proposta senza averne un'altra". 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

E' il frutto di due incontri svolti oggi, in Municipio e all'ospedale San Pio, ai quali ha partecipato il manager della Asl Thomas Schael.

Infiltrazioni d'acqua ripetute nel tempo e presenza di un solaio “Sapal”, materiale molto in uso negli anni ‘50 e particolarmente esposto a fenomeni di distacco: queste le cause che hanno generato il crollo di una porzione di controsoffitto in due stanze della Chirurgia dell'ospedale di Vasto, coinvolgendo anche la sovrastante Sala parto.

E' la prima volta che la Regione predispone un piano normativo su questa sindrome che colpisce sempre più persone. Soddisfatto Guerino Testa firmatario insieme a Mario Quaglieri della proposta.

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti ha inviato un resoconto, dove sono indicati numeri, criticità e soluzioni adottate”.