Marted 07 Luglio 2020

Sanità

Ospedale di Lanciano, Taglieri M5S: "carenza cronica personale"

14/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Ospedale di Lanciano, Taglieri M5S: "carenza cronica personale"

"Ho depositato un'interpellanza in Consiglio regionale per avere risposte dal Presidente Marsilio, dall'Assessore alla sanità Verì e da tutto il governo regionale che, finora, non ha mosso un dito per trovare soluzioni definitive"

"I disagi che ogni giorno i cittadini sono costretti ad affrontare per la cronica carenza di personale dell'Ospedale Renzetti di Lanciano non sono più tollerabili. Ho depositato un'interpellanza in Consiglio regionale per avere risposte dal Presidente Marsilio, dall'Assessore alla sanità Verì e da tutto il governo regionale che, finora, non ha mosso un dito per trovare soluzioni definitive". Ad affermarlo è il Consigliere regionale M5S Francesco Taglieri, che prosegue: "La carenza di personale è sotto gli occhi di tutti. Nell'unità operativa complessa di radiologia mancano tre unità, in otorino e in urologia due, ma in quest'ultimo caso diventeranno ben presto tre per via di pensionamenti, e una in gastroenterologia. Situazione altrettanto grave si registra in ginecologia, dove le carenze sono addirittura quattro, e in medicina riabilitativa, dove mancano tra i quattro e i cinque terapisti di riabilitazione. A queste si aggiunge l'unità attualmente assente in anestesia e rianimazione, dove tra pensionamenti e trasferimenti la situazione peggiorerà arrivando a tre unità". "La conseguenza è il mancato rispetto dei parametri previsti per un DEA di I livello, con servizi che prevedono copertura h24 garantiti solamente fino alle 14, dal lunedì al giovedì, e pazienti dirottati a Vasto e Chieti per le emergenze. Il disagio vissuto quotidianamente dal personale, che ha accumulato 1500 gironi di ferie ancora da smaltire nel solo reparto di anestesia e rianimazione, è enorme, con turni massacranti che si concludono ben oltre il turno di lavoro previsto". "Senza il suo intervento, il governo regionale - conclude - continua a negare le prerogative che spettano al territorio lancianese, creando una disparità evidente con altre zone dell'Abruzzo. La Lega e tutto il centro destra sono arrivati al governo promettendo di avere la ricetta per tutti i mali di questa regione, eppure niente sta cambiando rispetto all'amministrazione precedente. Lanciano e i cittadini hanno diritto di avere risposte concrete. Non possiamo permetterci di aspettare ancora".

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti ha inviato un resoconto, dove sono indicati numeri, criticità e soluzioni adottate”.

«Sono sconcertato dalla posizione assunta dal Sindaco di Vasto. Questa Direzione sta facendo salti mortali per mettere riparo in ospedale a una situazione lasciata colpevolmente in abbandono per decenni, e lui porta le carte in Procura»: il Direttore generale della Asl, Thomas Schael, ha parole durissime verso il primo cittadino in merito ai problemi strutturali del “San Pio” che hanno causato, com'è noto, il crollo parziale del soffitto in una stanza della Chirurgia, determinando il trasferimento delle degenze in un'altra ala e la chiusura della sala parto. Il tema sarà al centro di un vertice convocato per domani mattina nell’Assessorato regionale alla Salute.

Dopo un iter articolato di interventi avviati da tempo, giovedì 2 luglio alle ore 9:00, si inaugura al pronto soccorso del San Salvatore la “Stanza Rosa” per le donne e tutte le vittime di violenza. Progetto promosso dal Soroptimist Club L’Aquila

Continua l'impegno del Club frentano guidato da Alberto D'Alessandro a sostegno dell'ospedale frentano.