Giovedì 16 Luglio 2020

Sanità

Il neo Manager Asl Lanciano Vasto Chieti prende primi impegni con sindacati

25/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Il neo Manager Asl Lanciano Vasto Chieti prende primi impegni con sindacati

Il direttore generale Thomas Schael incontra le organizzazione sindacali della sanità e lancia un appello: "Sono la modernità ed il cambiamento la nostra sfida più grande"

«Facciamo un patto su obiettivi congiunti e non lasciamo le relazioni sindacali confinate nel perimetro del puro rito. Il mondo dell’assistenza è in continua evoluzione e chiede profili professionali aggiornati: sul terreno della modernità e del cambiamento dobbiamo misurarci, non nella difesa dell’esistente»: questo l’appello fatto da Thomas Schael alle organizzazioni sindacali del comparto e della dirigenza sanitaria della Asl Lanciano Vasto Chieti, incontrate nel pomeriggio di ieri. Nel corso della riunione i rappresentanti delle sigle del Comparto hanno messo sul tavolo i temi più sensibili, quali la formazione, le condizioni di lavoro, meccanismi di premialità e utilizzo dei fondi, oltre a una generale attenzione alle necessità delle professioni sanitarie. Il Direttore generale ha assunto impegni precisi prioritariamente su due questioni: il concorso per gli infermieri, che concluderà entro pochi mesi, e la sistemazione del Laboratorio analisi dell’ospedale di Chieti, per il quale negli ultimi mesi è stata forte la pressione del personale e degli stessi sindacati per via dei problemi strutturali del Servizio. Al comparto sono seguite le rappresentanze della Dirigenza sanitaria, che hanno riferito della scarsa motivazione degli operatori, determinata da condizioni di lavoro non ottimali per via di turni pesanti, attrezzature e strutture carenti, mancata attribuzione degli incarichi professionali, scarsa formazione specie nell’area critica. Schael si è detto colpito dalla percezione di un clima aziendale non dei migliori e che merita sicuramente una analisi conoscitiva, perché il benessere organizzativo è elemento fondamentale nel mercato del lavoro, che ha un peso importante nelle scelte dei professionisti. Sottolineando ancora una volta il ruolo strategico dell’Università nella formazione degli operatori a cui l’Azienda guarda con grande interesse, il manager ha manifestato la volontà di impegnarsi con molta determinazione nell’ammodernamento tecnologico, assolutamente necessario, e nella rivisitazione dell’atto aziendale, ma solo dopo avere definito i processi assistenziali, che restano fondamentali per una Asl che ha necessità di soddisfare i bisogni di salute della popolazione anche attraverso un aumento della produzione. «Non ho alcun interesse a lavorare in un’Azienda che potrebbe morire - ha concluso Schael - per questo mi impegno a renderla più efficiente e anche competitiva. Ma c’è bisogno della collaborazione convinta di tutti».

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Marsilio:"Consegniamo alla città e all'intera regione una struttura d'eccellenza, con quindici giorni di anticipo rispetto alla data di consegna prevista e un risparmio di due milioni e mezzo di euro".

E' il frutto di due incontri svolti oggi, in Municipio e all'ospedale San Pio, ai quali ha partecipato il manager della Asl Thomas Schael.

Infiltrazioni d'acqua ripetute nel tempo e presenza di un solaio “Sapal”, materiale molto in uso negli anni ‘50 e particolarmente esposto a fenomeni di distacco: queste le cause che hanno generato il crollo di una porzione di controsoffitto in due stanze della Chirurgia dell'ospedale di Vasto, coinvolgendo anche la sovrastante Sala parto.

E' la prima volta che la Regione predispone un piano normativo su questa sindrome che colpisce sempre più persone. Soddisfatto Guerino Testa firmatario insieme a Mario Quaglieri della proposta.