Domenica 03 Marzo 2024

Politica

Vincenzo Di Marco candidato consigliere per le prossime regionali

04/12/2023 - Redazione AbruzzoinVideo

Nella lista civica di amministratori a supporto del candidato presidente Luciano D’Amico

Vincenzo Di Marco, ex sindaco di Castellalto per dieci anni e consigliere provinciale fino al 2021, scende in campo a sostegno della candidatura a presidente della giunta regionale di Luciano D’Amico per il Patto per l’Abruzzo. Lo fa con una lista civica composta da amministratori del territorio, che in prima persona, nel corso degli anni, hanno toccato con mano le problematiche dei rispettivi comuni e provato a risolverle. Un cambiamento possibile che punti a partire da ogni singolo cittadino. «Crediamo che il professor Luciano D’Amico possa essere da abruzzese la persona giusta per guidare la nostra regione nei prossimi cinque anni - le parole del candidato consigliere Vincenzo Di Marco - Sono tante le cose che non hanno funzionato sotto la guida di Marco Marsilio. Gli amministratori regionali si sono completamente distaccati dal territorio, mettendo sempre più distanza verso coloro che contano di più: le persone. Se guardiamo poi ai servizi, alla sanità, ai trasporti, alla viabilità, al turismo e alle tante competenze della Regione, il divario si fa sempre più ampio perché l’Abruzzo non sta al passo delle altre a livello nazionale».

Ecco perché Vincenzo Di Marco vorrebbe portare in consiglio regionale «la mia esperienza di sindaco. Per dieci anni mi sono misurato con questioni concrete e pratiche. Ritengo che un’assemblea regionale debba essere strumento al servizio delle persone e dei cittadini. C’è bisogno di rinnovamento, quello che ha in mente di concretizzare il Patto per l’Abruzzo, in termini di vicinanza, efficienza e di cambiamento forte rispetto a tutto quello che non è andato in questi anni». Il cambiamento possibile deve ripartire, non solo da temi sensibili come la sanità ed i trasporti, ma anche dai giovani: «C’è bisogno di invertire la tendenza della migrazione dei cervelli abruzzesi, che tra il 2002 e il 2021 ha visto la fuga di 17.000 laureati verso il centro nord Italia e all’estero, come evidenziato dalle anticipazioni del rapporto Svimez 2023 di prossima pubblicazione. La comunità della provincia di Teramo e tutto l’Abruzzo meritano di più. Il mio impegno, se sarò eletto, sarà quello di lavorare affinché la nostra regione torni tra i primi posti della classifica nazionale delle regioni virtuose», ha concluso Di Marco.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Elezioni Regionali

Potrebbero interessarti

"Abbiamo bravi amministratori per far vincere l'Abruzzo dopo 5 anni a guida Marsilio che ha fatto di questa terra una provincia romana".

“Si vota alla pari”. A seguito dell'approvazione della Legge regionale n. 15 del 2018, che ha modificato l'art. 9, comma 1 della L.R. 9/2013, anche in Abruzzo le elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale prevedono la doppia preferenza di genere.

Tour elettorale della Senatrice di Forza Italia Stefania Craxi che con i candidati del partito Tonia Paolucci e Manuele Marcovecchio ha visitato alcune aziende della Val di Sangro