Domenica 29 Gennaio 2023

Politica

Tribunali minori Abruzzo, il presidente Marsilio incontrerà il ministro Cartabia il 2 febbraio

27/01/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Tribunali minori Abruzzo, il presidente Marsilio incontrerà il ministro Cartabia il 2 febbraio

Il ministro della Giustizia riceverà il governatore Marsilio e la delegazione abruzzese di sindaci e presidenti degli Ordini forensi che si batte in difesa dei tribunali di Lanciano, Vasto, Sulmona e Avezzano che rischiano la soppressione.

Il ministro della Giustizia Marta Cartabia ha accolto la richiesta di incontro avanzata dal presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio per affrontare la questione riguardante il futuro dei tribunali minori.

Il ministro ha fissato per il giorno 2 febbraio, alle ore 17, la data dell'incontro, presso il Ministero a Roma, a cui parteciperà, insieme al presidente Marsilio, la delegazione abruzzese.

 L'accorpamento ai Tribunali provinciali di L'Aquila e Chieti, dei tribunali di Sulmona e Avezzano e di Lanciano e Vasto ad oggi è previsto per al 14 settembre 2022.

Intanto sono state avviate le prime iniziative di protesta con astensione dalle udienze da parte degli avvocati dei 4 Fori ma è stata annnunciata anche l'organizzazione di una grande manifestazione regionale per dire no alla chiusura dei presidi di Giustizia abruzzesi.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L'assessore Desiree di Loreto: Una piazza “sicura, innovativa e sostenibile”

Maurizio Bucci; Il centro sinistra chietino, ha completamente abbandonato qualsiasi tipo di controllo sulla società da loro detenuta

Questa mattina è stato presentato il progetto di legge che contiene le modifiche al testo contenente le disposizioni per l'istituzione della Nuova Pescara. Le dichiarazioni del presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e dei consiglieri regionali Vincenzo D'Incecco e Leonardo D'Addazio

“Oggi è un giorno molto triste e doloroso per l'Abruzzo, proprio sei anni fa una valanga di neve e ghiaccio di 120 mila tonnellate ha travolto l'hotel Rigopiano a Farindola, sul versante pescarese del Gran Sasso, spezzando la vita di 29 persone".