Sabato 04 Dicembre 2021

Politica

Consiglio regionale Abruzzo approva progetto di legge per costituzione Osservatorio per calmierazione costo materie prime

20/10/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Consiglio regionale Abruzzo approva progetto di legge per costituzione Osservatorio per calmierazione costo materie prime

Uno strumento utile per intervenire nella compensazione di eventuali impennate, a supporto delle imprese che oggi, dopo due anni dall’emergenza Covid-19, stanno iniziando a riprendere ossigeno riaprendo i cantieri, a partire con quelli del cratere sismic

“L’istituzione di un Osservatorio per la calmierazione dei prezzi delle materie prime indispensabili nel settore dell’edilizia, per consentire alla Regione Abruzzo di dotarsi di uno strumento utile per intervenire nella compensazione di eventuali impennate, a supporto delle imprese che oggi, dopo due anni dall’emergenza Covid-19, stanno iniziando a riprendere ossigeno riaprendo i cantieri, a partire con quelli del cratere sismico.

È quanto previsto dalla legge approvata quest’oggi dal Consiglio regionale d’Abruzzo per incidere positivamente sul contenimento dei costi in un comparto che costituisce parte dell’ossatura della nostra economia territoriale”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri ufficializzando il voto unanime dell’aula su una norma fortemente voluta e sottoscritta anche dai consiglieri regionali Guerino Testa, Mauro Febbo e Vincenzo D’Incecco.

“Il disegno di legge nasce dalla necessità registrata già nel corso del 2021 di sopperire alla grave situazione che si sta determinando con il caro prezzi che si registra in edilizia e nel settore delle costruzioni – ha precisato il Presidente Sospiri -. Infatti sin dai primi mesi dell’anno, con iniziative della Giunta Regionale e con la collaborazione del Provveditorato Interregionale alle Opere pubbòliche del Lazio–Abruzzo - Sardegna e l’Università di Architettura di Pescara abbiamo intrapreso un percorso finalizzato a costituire un Osservatorio permanente dei prezzi delle costruzioni, avente lo scopo di registrare le variazioni percentuali dei costi elementari per pervenire agevolmente, alla fine di ogni anno all’aggiornamento del listino delle opere. della Regione Abruzzo, così da renderlo sempre aderente alle dinamiche di mercato. La prima idea di Osservatorio nasceva, come idea, prima dell’emanazione del Decreto Sostegno bis aveva la finalità di rendere il prezzario regionale delle opere pubbliche maggiormente aderente alle reali dinamiche di mercato locali. L’idea era quella di affiancare alla Commissione prezzi, già costituita in seno al provveditorato alle Opere pubbliche dell’Abruzzo, che determina i costi delle materie prime elementari in Regione Abruzzo, una struttura regionale costituita ad hoc, insieme allo stesso provveditorato e con l’apporto dei soggetti portatori di interesse, capace di registrare le variazioni dei prezzi di mercato delle materie prime maggiormente ricorrenti nel listino in grado di modificare significativamente un numero importante di voci di prezzario.

La struttura è costituita sulla base di un apposito protocollo d’intesa, pronto per la stipula, tra Regione Abruzzo – Dipartimento Infrastrutture e Trasporti – Servizio del Genio Civile di Pescara – Provveditorato alle Opere Pubbliche Lazio – Abruzzo - Sardegna – Università degli studi di Chieti e Pescara – Facoltà di Architettura. In tale contesto si inserisce il Progetto di legge regionale che prevede appunto di istituzionalizzare l’Osservatorio permanente dei prezzi elementari in seno al Centro Regionale Monitoraggio e Controllo (CE.RE.MO.CO.). Con il progetto di legge si coglie l’occasione per sfruttare tale osservatorio anche al fine di determinare i meccanismi di compensazione a favore delle aziende appaltatrici di opere pubbliche che saranno introdotti con il cosiddetto Decreto Sostegno bis. La norma nazionale prevede infatti che per i contratti in corso di esecuzione, il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile rileverà entro il 31 ottobre 2021, con proprio decreto, le variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all’8 per cento relative al primo semestre 2021 dei prezzi dei principali materiali da costruzione".

"La compensazione – ha spiegato il Presidente Sospiri - verrà determinata applicando alla quantità dei singoli materiali, impiegati nelle lavorazioni eseguite e contabilizzate dal direttore dei lavori dal primo gennaio 2021 al 30 giugno 2021, le variazioni rilevate da questo apposito decreto ministeriale. L’Osservatorio che verrà istituito, sulla base delle rilevazioni che effettuerà durante il corso dell’anno e sulla base delle determinazioni che saranno assunte dal Ministero competente con l’emanazione del decreto Sostegno bis, stabilirà le azioni correttive da apportare al prezzario regionale per tener conto, non più nel solo primo semestre 2021, ma durante ogni anno, delle variazioni dei costi delle materie prime nel settore delle costruzioni ritenute meritevoli di attenzione e di approfondimento".

L’iniziativa dell’Osservatorio permanente dei costi elementari è stata già condivisa ed accolta favorevolmente dal tavolo del CeReMoCo al quale partecipano tutti i portatori di interesse che ruotano attorno al processo di realizzazione delle Opere pubbliche, ossia Anci, Ance, Aniem Cna, Collegi Dei Geometri, Federazioni Ingegneri E Architetti, Collegi Dei Periti Industriali, A.B.I. Abruzzo, Confesercenti, Confartigianato, Sigle Sindacali, Cnr, Mit – Provveditorato Opere pubbliche, Ordine Dei Geologi, Unitel, Upi, Usra, Usrc, Usr 2016. L’Osservatorio in definitiva sarà chiamato a stabilire quale incremento potrà essere applicato per quelle lavorazioni che verranno individuate dallo stesso, tenendo conto dei materiali che saranno oggetto di rilevazione. In questo modo oltre a prevedere meccanismi di compensazione straordinari da adottarsi nei casi eccezionali di cui al Decreto Legge Sostegno bis, e per ora limitati ad un arco temporale circoscritto dalla stessa legge statale, si avrà la possibilità di regolamentare, in Regione Abruzzo, durante il corso dell’anno quali sono le dinamiche reali del mercato delle costruzioni che hanno reale e concreta incidenza sui prezzi del listino delle opere pubbliche vigente, così da apportare costantemente le azioni correttive capaci di rendere il prezzario realmente aderente alle esigente territoriali e temporali del mercato delle costruzioni. L’Osservatorio permanente dei prezzi elementari è considerato organo tecnico di supporto della Giunta regionale, in generale per il corretto utilizzo del prezzario regionale opere pubbliche da parte delle stazioni appaltanti ed in particolare per il corretto utilizzo delle risorse statali stanziate per il caro prezzi dal Decreto legge Sostegno bis pari a 100 milioni di euro”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Francesco Menna, ha presentato ufficialmente la sua candidatura alla presidenza della Provincia di Chieti per il centrosinistra. ““Scelte partecipate e tavoli di lavoro aperti ai Comuni”

Finanziato il progetto della polizia locale, agli ordini del comandante Nicolino Casale che mira ad intervenire davanti agli istituti scolastici per prevenire lo spaccio ed il consumo di droga

Il segretario uscente Gianni Cordisco: Leo una persona che non ci farà sbagliare, fiero di questo passaggio per il Pd provinciale.

il Vicepresidente della Commissione Sanità in quota M5S: "Tutelare la salute dei cittadini più fragili, la cui condizione è ulteriormente aggravata dalla pandemia da Covid-19, deve essere in cima alle priorità del governo regionale"