Domenica 25 Febbraio 2024

Eventi

Lanciano, Convegno "La Scuola chiave del futuro seme di pace"

15/05/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Lanciano, Convegno "La Scuola chiave del futuro seme di pace"

L'incontro è organizzato dall’Istituto Comprensivo M. Bosco e dall’associazione “Progetto Etiopia Onlus” nell'ambito degli eventi volti a celebrare gli 80 anni degli Eroi Ottobrini e i 70 anni dell’Unesco.

Si svolgerà giovedì prossimo, 18 maggio, a Lanciano, nella chiesa di Santa Lucia, in corso Roma,  il convegno “La scuola: chiave del futuro, seme di pace” organizzato dall’Istituto Comprensivo M. Bosco, in collaborazione con l’associazione “Progetto Etiopia Onlus”. Il convegno fa parte degli eventi previsti dall’Istituto Comprensivo per gli 80 anni degli Eroi Ottobrini ed i 70 anni dell’Unesco.

“Sono due ricorrenze molto importanti, gli 80 anni degli Eroi Ottobrini, ai quali è dedicata la nostra scuola primaria ed i 70 anni dell’Unesco, noi facciamo parte del network delle scuole associate. Abbiamo creato un cartellone di eventi che vuole far conoscere all’esterno quali sono i principi della nostra scuola che si ispira ai valori della pace, della solidarietà. Partiamo con un convegno che già nel titolo ci fa riflettere sull’importante ruolo che la scuola oggi riveste per favorire la convivenza civile, la diminuzione della violenza, l’integrazione.

Vogliamo dare ai nostri alunni conoscenze, abilità ma al tempo stesso valori fondamentali per formare i cittadini del mondo”. E' quanto dichiara Mirella Spinelli, dirigente scolastica dell’ IC Mario Bosco. Il Mario Bosco con il “progetto Unesco” ha adottato la scuola di Agamsa a 250 km da Addis Abeba inaugurata dall’associazione Progetto Etiopia Onlus nel 2015. “Un impegno serio e meritevole di attenzione che ci fa ritrovare su uno stesso binario di attività umanitaria: l’alfabetizzazione.” Dichiara Angelo Rosato, presidente della Onlus.

“Puntare sull’alfabetizzazione con la costruzione di scuole e sull’acqua con la realizzazione di pozzi in profondità e portare in loco medici e professionisti del settore per curare in particolare i bambini, quindi preoccuparsi della loro salute, significa ripensare al valore della vita come la realtà più sacra ed intangibile che sia presente sulla scena del mondo. L’acqua segna spesso in Africa il confine tra la vita e la morte e l’alfabetizzazione è un ponte tra la miseria e la speranza, è un baluardo contro la povertà, una colonna portante dello sviluppo, è la base della democratizzazione ed un veicolo per la promozione delle identità nazionali e culturali. L’acqua, insieme alla salute dei bambini ed alla alfabetizzazione sono diritti umani fondamentali.”

Il convegno si aprirà con i saluti di Mons. Emidio Cipollone, Arcivescovo della Diocesi Lanciano- Ortona; di Mirella Spinelli, dirigente scolastica dell’Istituto Mario Bosco; di Angelo Rosato, pres. Associazione Progetto Etiopia Onlus. Seguiranno gli interventi: Prof.ssa Carla Guetti coordinatore nazionale delle Scuole associate Unesco (in videoconferenza) Prof. Franco Castelli rettore dell'Università degli Studi di Brescia titolare cattedra Unesco Prof. Paolo Orefice direttore cattedra Unesco sviluppo umano e Cultura di Pace Dott. Emiliano Longhi scrittore. Già addetto culturale Ambasciata d’Italia e direttore dell’ Istituto Italiano di cultura di Addis Abeba Dott. Maurizio Maddestra direttore Neurologia Ospedale Renzetti Lanciano. Concluderà la serata il concerto del Maestro Michele Di Toro.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Scuola

Potrebbero interessarti

Tanto divertimento con i giochi tradizionali e la bravura degli operatori della Cooperativa Praticabile, che ha organizzato l’evento insieme al Comune.

Torna anche Il Festival dei Colori "Holi Color Lanciano, il 2 Giugno, sempre al Parco Villa delle Rose, che vedrà anche particolare attenzione alle persone diversamente abili.

Il Ministro Alessandra Locatelli: “Non sto lavorando per voi ma con voi, con le vostre associazioni e le vostre famiglie

I termini per la partecipazione al bando scadranno domani alle ore 12. L'assessore Amoroso: Ogni giorno è un dono che va condiviso e, come Amministrazione, ci sentiamo di stare vicino a questa fascia di età"