Venerdì 23 Aprile 2021

Cronaca

Violazione norme anti Covid, controlli dei carabinieri di Pescara durante le festività pasquali: sanzionate più di 30 persone

06/04/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Violazione norme anti Covid, controlli dei carabinieri di Pescara durante le festività pasquali: sanzionate più di 30 persone

I Militari dell'Arma hanno anche arrestato un giovane per maltrattamenti in famiglia.

Prima e durante i giorni di festa appena trascorsi, i Carabinieri della Compagnia di Pescara, nell’ambito dei servizi “straordinari” di controllo del territorio, hanno sottoposto a controllo oltre 500 persone, contravvenzionato più di 30 persone per violazioni in materia di contenimento del fenomeno pandemico, contestato violazioni al codice della strada per guida sotto l’influenza dell’alcool, nonché arrestato in flagranza un giovane per maltrattamenti in famiglia. L’ampia e sistematica manovra di controllo, eseguita nella settimana santa, ha interessato tutti i comuni ricadenti nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Pescara (quindi, oltre alla città di Pescara, anche i limitrofi comuni di Spoltore, Cappelle sul Tavo, Cepagatti e Pianella) ed ha visto l’impiego massiccio di pattuglie dislocate nei punti nevralgici delle principali vie di comunicazione e nei centri abitati.

In particolare i Carabinieri della Stazione di Spoltore hanno contestato 4 violazioni alle regole anti-Covid-19 a persone di età compresa tra i 27 e i 59 anni, per non aver rispettato il divieto di spostamento infra-comunale.

I Carabinieri della Stazione di Pianella, invece, hanno contestato 5 violazioni alle regole anti-Covid-19 a persone di età compresa tra i 27 e i 31 anni, per non aver rispettato l’obbligo di indossare la mascherina e il divieto di spostamento tra un comune e l’altro e, a quelli che si erano incontrati con la scusa di uno scambio di auguri, il mancato rispetto dell’obbligo di permanenza in casa dalle ore 22:00 alle ore 05:00.

Nel corso dei servizi di controllo svolti a Pescara dai Carabinieri della Sezione Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile cittadino e quelli della Stazione di Pescara Scalo hanno identificato complessivamente 300 persone ed elevato un totale di 23 sanzioni per violazione alle disposizioni in materia di contenimento del fenomeno pandemico a persone di età compresa tra i 20 e i 35 anni, per non aver rispettato il divieto di spostamento infra-comunale, non aver rispettato l’obbligo di permanenza in casa dalle ore 22:00 alle ore 05:00 e l’obbligo di indossare la mascherina.

Per quanto riguarda l’arresto in flagranza eseguito per il reato di maltrattamenti in famiglia è stato eseguito sempre dalle “gazzelle“ del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara, a seguito di una segnalazione al “112” di una donna che in seguito dell’ennesima lite maturata per gelosia e futili motivi, ha deciso di chiamare i Carabinieri per sfuggire all’ira del proprio compagno, a cui era legata sentimentalmente da circa due anni. La donna si era rifugiata in camera da letto e disperata ed esausta ha chiamato i Carabinieri per chiedere aiuto.

Il suo compagno nel frattempo aveva sfondato la porta d'ingresso dell’appartamento ma è stato fermato grazie al tempestivo intervento degli uomini dell’Arma che lo hanno bloccato nell’androne delle scale mentre si stava allontanando dal palazzo. Dalla speditiva attività investigativa, i Carabinieri hanno poi appurato che la vittima, da diverso tempo ed in più occasioni, aveva subito svariate offese e reiterati atti vessatori, sia di natura verbale che fisica da parte del compagno, senza mai ricorrere alle cure mediche e senza mai sporgere denuncia all'Autorità.

Al termine degli accertamenti i Carabinieri hanno quindi attivato la procedura relativa all’inserimento della donna presso un centro antiviolenza e, al termine delle formalità di rito, tradotto il reo in carcere. Sempre nell'ambito dei servizi di controllo dei Carabinieri è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria un giovane per guida in stato di abbrezza. I Carabinieri della Sezione Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile, intervenuti sul luogo di un incidente stradale con feriti, all’esito degli accertamenti di rito, hanno appurato che uno dei conducenti, sottoposto ad alcool-test, è risultato avere un tasso alcolemico di gran lunga superiore al limite previsto e, pertanto, gli è stata contestata la violazione dell’art. 186 c.2 C.d.S. per guida sotto l’influenza dell’alcool e conseguente sospesa la patente di guida.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Da oggi i cittadini potranno prenotare la loro dose semplicemente inviando un SMS con il codice fiscale al numero 339.9903947.

8 nuovi decessi. Scendono i ricoveri in area medica e in terapia intensiva.

Sarà aperto tutti i giorni ed avrà la capacità di effettuare 360 inoculazioni al giorno.