Marted 18 Giugno 2024

Cronaca

Pescara, donna aggredita e rapinata nel parcheggio di un supermercato. La Polizia di Stato rintraccia e denuncia i due autori

27/12/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Pescara, donna aggredita e rapinata nel parcheggio di un supermercato. La Polizia di Stato rintraccia e denuncia i due autori

Denunciati per rapina aggravata due stranieri, un senegalese ed un gambiano.

Stava aspettando una persona nel parcheggio di un supermercato sulla Tiburtina Valeria. Erano da poco passate le otto di sera di ieri, festività di Santo Stefano, quando una donna di Pescara è stata avvicinata da due giovani che l’hanno aggredita facendosi consegnare il denaro che aveva nel portafoglio (30 euro) e si sono portati via anche il telefono cellulare, un I Phone del valore di 1200 euro. La donna si è recata in Questura ed agli agenti delle Volanti ha denunciato l’episodio.

Nel momento in cui la sala operativa ha fornito i dettagli della rapina, le pattuglie si sono immediatamente attivate e hanno individuato due giovani nei pressi del Ferro di Cavallo, nel quartiere Rancitelli e uno di loro ha cercato di disfarsi del telefono cellulare rubato poco prima, provando anche a fuggire. I due sono stati bloccati e condotti in Questura. Per loro, uno di origine senegalese di 31 anni, già destinatario di un ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale e l’altro di origini gambiane di 21 anni, è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria per rapina aggravata, in concorso.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La Corte d'Assise di Lanciano ha emesso la sentenza per l'omicidio di Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto a Casoli (Chieti) il 12 febbraio 2023. Francesco Rotunno, 65 anni, figlio della vittima, è stato condannato a 14 anni di reclusione.

C'è anche un'impresa con sede operativa a Vasto tra le 22 coinvolte nel gruppo delinquenziale scoperto dalle Fiamme Gialle di Treviso, dedito a truffe ai danni delle società di leasing. Le indagini, coordinate dalla Procura di Treviso, hanno portato alla denuncia di 30 persone Il gruppo proponeva beni industriali inesistenti alle società di leasing e non onorava i contratti.