Marted 25 Giugno 2024

Cronaca

Omicidio Alina Cozac, oggi l'interrogatorio in tribunale a Pescara di Mirko De Martinis

08/09/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Omicidio Alina Cozac, oggi l'interrogatorio in tribunale a Pescara di Mirko De Martinis

Ciò che inizialmente sembrava una morte dovuta a cause naturali si è trasformato in un oscuro mistero dopo che strani segni furono scoperti sul collo della vittima. Ora, dopo otto mesi di indagini incessanti, le autorità hanno emesso un'accusa drammatica: femminicidio.

Stamane alle 11 l'interrogatorio in tribunale a Pescara di Mirko De Martinis, il 47enne arrestato mercoledì scorso per l'omicidio volontario aggravato di Alina Cozac, la 40enne di origine romena con la quale conviveva.

Da morte naturale a femminicidio, otto mesi dopo la morte della donna, trovata priva di vita nel suo appartamento in affitto a Villa Raspa di Spoltore, l’esito delle relazioni dei medici legali, depositate a Luglio, hanno totalmente cambiato lo scenario della triste vicenda. iIl corpo della donna presentava evidenze macroscopiche e microscopiche indicative di "asfissia meccanica violenta da strangolamento perpetrato mediante compressione atipica del collo."

L'uomo, la notte del 22 gennaio, aveva chiamato i soccorsi segnalando un malore della donna , ma ora emergono nuove prove che suggeriscono un terribile assassinio, l'ennesimo femminicidio.  Secondo le indagini, Alina sarebbe stata aggredita a sorpresa nel letto e strangolata con una compressione al collo, probabilmente con il ginocchio o l'avambraccio dell'omicida. Le autorità stanno anche esaminando la dichiarazione di amiche e parenti di Alina, che indicano che la donna aveva espresso l'intenzione di interrompere la loro relazione dopo una lunga convivenza.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Carabinieri

Potrebbero interessarti

A perdere la vita schiantandosi con la sua moto contro un palo della luce Lorenzo Giangiacomo. La tragedia scuote la comunità.

Una squadra dei Vigili del Fuoco del Comando di Teramo è intervenuta questa mattina nei pressi di Casale San Nicola, nel comune di Isola del Gran Sasso, per soccorrere una vitella in difficoltà.

Sono 14 gli indagati accusati di reati gravissimi tra i quali associazione di tipo mafioso armata, omicidio plurimo, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione e coltivazione di sostanze stupefacenti.

I militari del R.O.A.N. di Pescara in collaborazione con la Tenenza di Ortona hanno individuato un sito al cui interno era presente una carrozzeria abusiva priva di autorizzazioni per la gestione dei rifiuti speciali nonché della prevista abilitazione per l’emissione di fumi in atmosfera.