Marted 21 Maggio 2024

Cronaca

Lanciano, rapina a mano armata ai danni di una tabaccheria in contrada Villa Andreoli

04/01/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Lanciano, rapina a mano armata ai danni di una tabaccheria in contrada Villa Andreoli

Due persone, volto travisato, hanno intimato sotto la minaccia dell'arma al giovane figlio del titolare di consegnare loro il denaro in cassa, preso il bottino si sono dileguati a bordo di un motorino

Rapina ieri pomeriggio verso le 16 ai danni di una tabaccheria in contrada Villa Andreoli di Lanciano, sulla strada provinciale Lanciano Atessa.

Due persone, sembra di giovane età, si sono introdotte nell'esercizio commerciale e pistola in pugno, non si esclude possa essere stata un'arma giocattolo, con il volto travisato, hanno intimato al figlio del proprietario dell'attività l'immediata consegna del denaro presente in cassa. I due balordi sono poi fuggiti in sella ad un ciclomotore facendo perdere le proprie tracce. Bottino del colpo oltre mille euro. Sulla rapina indagano i carabinieri della compagnia di Lanciano.

Non è la prima volta che la storica tabaccheria viene presa di mira, sembra che siano state 5 negli ultimi anni le rapine subite, la più eclatante e grave risale al 2016 quando l'anziana madre del proprietario, venne colta nel sonno dai banditi, tre uomini che avevano un accento dell'est. Erano circa le 5 del mattino. Le portarono via oltre 17mila euro tra sigarette e contanti. La donna, che allora aveva 85 anni, non venne aggredita anzi i balordi la tranquillizzarono, ma lei, non appena i ladri fuggirono, per la paura ebbe un malore e fu ricoverata in ospedale in cardiologia, in prognosi riservata.  

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Rapine Carabinieri

Potrebbero interessarti

I finanzieri hanno anche scoperto e denunciato un uomo in fuga con migliaia di griffe contraffatte

L'esercitazione, organizzata da RFI e TUA, ha coinvolto oltre 100 persone e ha visto la partecipazione di numerose istituzioni e servizi di emergenza

Pescara, fiamme nel sottobosco: 500/600 mq interessati. Operazioni di bonifica in corso

Truffata una donna di Ortona. “Inostri dipendenti non chiedono mai soldi a domicilio” puntualizza la società