Marted 25 Giugno 2024

Cronaca

La Commissione Pari Opportunità di Giulianova loda l’operato scientifico della ricercatrice giuliese che ha isolato il Coronavirus

08/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
La Commissione Pari Opportunità di Giulianova loda l’operato scientifico della ricercatrice giuliese che ha isolato il Coronavirus

Oggi più che mai il nostro doveroso ringraziamento va a tutte le donne di scienza impegnate nella ricerca e nella cura sanitaria. Tra queste figura la ricercatrice giuliese Laura Di Sante che, insieme alla dottoressa Sara Caucci, è riuscita ad isolare il ceppo del Coronavirus all’ospedale regionale Torrette di Ancona”.

Così esordiscono l’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Giulianova Lidia Albani e la Presidente della Cpo di Giulianova Marilena Andreani, ricordando l’impegno delle tante donne nella crescita scientifica del paese e ringraziando, in particolar modo, la dottoressa giuliese.

“Purtroppo, sempre più spesso queste professioniste, con anni di studi e specializzazioni alle spalle, guidate da puro spirito di sacrificio e passione, non ottengono i giusti riconoscimenti, vivendo la loro esistenza da lavoratrici precarie – continuano Albani ed Andreani - mai come in questo tempo è vitale il loro contributo alla ricerca scientifica per raggiungere nuovi ed inesplorati risultati che portino alla realizzazione di un vaccino contro il Covid-19. Ecco perché bisogna sostenerle e tutelarle, chiedendo per loro il riconoscimento che gli spetta nel mondo del lavoro. Se oggi possiamo affermarci nel mondo del lavoro e della politica lo dobbiamo a donne come loro, che non smettono di studiare, perfezionarsi, crescere e lavorare concretamente ad un mondo migliore.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

A perdere la vita schiantandosi con la sua moto contro un palo della luce Lorenzo Giangiacomo. La tragedia scuote la comunità.

Una squadra dei Vigili del Fuoco del Comando di Teramo è intervenuta questa mattina nei pressi di Casale San Nicola, nel comune di Isola del Gran Sasso, per soccorrere una vitella in difficoltà.

Sono 14 gli indagati accusati di reati gravissimi tra i quali associazione di tipo mafioso armata, omicidio plurimo, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione e coltivazione di sostanze stupefacenti.

I militari del R.O.A.N. di Pescara in collaborazione con la Tenenza di Ortona hanno individuato un sito al cui interno era presente una carrozzeria abusiva priva di autorizzazioni per la gestione dei rifiuti speciali nonché della prevista abilitazione per l’emissione di fumi in atmosfera.