Mercoledì 06 Luglio 2022

Sanità

Sanità Abruzzo, Verì: Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, 32 milioni alla provincia di Chieti

16/02/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Sanità Abruzzo, Verì: Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, 32 milioni  alla provincia di Chieti

Ecco gli investimenti previsti nella proposta presentata alla Regione tra fondi di bilancio e PNRR

Attrezzature per 8,5 milioni di euro: questa è la dotazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che l’Assessore alla Salute Nicoletta Verì ha destinato alla Asl Lanciano Vasto Chieti.

La somma, integrata con altri fondi Covid e attinti dal bilancio aziendale nell’ambito del finanziamento regionale, sarà impiegata per il rinnovo della dotazione tecnologica degli ospedali e delle strutture territoriali. Il piano complessivo degli investimenti, la cui discussione è stata richiesta dal Comitato Ristretto dei Sindaci che si riunirà domani, è stato presentato dal Direttore generale Thomas Schael nelle ultime due settimane agli Amministratori nei cui Comuni ricadono le azioni di innovazione tecnologica.

Questi, nello specifico, gli investimenti previsti nella proposta presentata alla Regione tra fondi di bilancio e PNRR:

San Salvo 350 mila, Vasto 3.250 milioni, Gissi 150 mila, Atessa 2 mln, Casoli 500 mila, Lanciano 3.5 mln, Ortona 2 mln, Guardiagrele 600 mila, Chieti 12 mln.

A questi si aggiungono altri 25 milioni destinati dall’Assessore Verì alla realizzazione della case di comunità, ospedali di comunità, centrali operative territoriali e altre strutture in provincia di Chieti. “Solo grazie all’impegno dell’Assessore Verì la nostra Asl potrà compiere un salto di qualità in termini di innovazione e sviluppo tecnologico - sottolinea Schael - . Non avrei immaginato di poter realizzare un progetto così stimolante e ambizioso in Abruzzo”. Alla progettazione hanno contribuito molti professionisti dell’Azienda, dall’Ufficio Tecnico all'Ingegneria Clinica agli uffici amministrativi: tutti stanno lavorando con il massimo impegno al fine di presentare entro fine mese l’articolato documento, che passerà poi al vaglio della Giunta regionale.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Obiettivo prevenire situazioni di forte criticità.

L'assessore alla sanità della Regione Abruzzo fa alcune precisazioni dopo aver appreso della protesta del dottor Nando Del Giovane, in sciopero della fame da ieri davanti all’ospedale di Pescara.

Saranno posizionate ambulanze con infermiere di area critica per prestare soccorso qualificato in regime di urgenza. Per l’assistenza sanitaria di base, invece, i turisti potranno rivolgersi a medici di medicina generale e pediatri di libera scelta presenti sul territorio.

Il dottore ha guidato l’unità operativa negli ultimi anni ed è stato nominato a seguito di un avviso pubblico bandito dalla Asl Lanciano Vasto Chieti.