Lunedì 25 Maggio 2020

Sanità

Coronavirus, più sicurezza per gli infermieri della provincia di Chieti, l’OPI dona 3.500 mascherine

15/05/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, più sicurezza per gli infermieri della provincia di Chieti, l’OPI dona 3.500 mascherine

Il presidente Cicolini chiede alla Asl di mantenere standard elevati di protezione per tutti i professionisti sanitari in una “seconda fase” che si preannuncia complicata

Nella settimana in cui si celebra la Giornata internazionale dell’infermiere, l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Chieti ha deciso di dare un segnale concreto e tangibile di attenzione ai quasi 3.500 colleghi della provincia donando loro altrettante mascherine FFP2, ricevute da Fnopi e Protezione civile, da distribuire tra strutture pubbliche, private e liberi professionisti. Una parte dei dispositivi di protezione individuale è stata consegnata dai componenti del Direttivo dell’Ordine, guidati dal presidente Giancarlo Cicolini, alla Direzione generale della Asl Lanciano Vasto Chieti. Alla presenza del manager, Thomas Schael, e dei direttori amministrativo, Giulietta Capocasa, e sanitario, Angelo Muraglia, Cicolini ha sottolineato come gli infermieri abbiano pagato un alto prezzo in termini di contagi, soprattutto nella prima fase dell’Emergenza Covid-19, e ha chiesto di mantenere standard elevati di protezione per tutti i professionisti sanitari in una “seconda fase” che si preannuncia comunque complicata. Il Direttore generale Schael ha ricordato che vanno protetti innanzitutto gli operatori sanitari più deboli, ad esempio quelli che lavorano in diverse strutture private e rischiano maggiormente di contagiarsi e di diffondere il contagio. A loro tutela l’Azienda sanitaria locale avvierà nei prossimi giorni una specifica iniziativa. All’incontro era presente anche il presidente del Coordinamento infermieri volontari emergenza sanitaria (Cives) della provincia di Chieti, nonché vice presidente nazionale, Fabio Cellini, che per conto dell’Opi distribuirà i dispositivi proprio nelle residenze sanitarie assistenziali e in altre strutture private, a protezione degli infermieri che vi operano. Gli infermieri liberi professionisti possono contattare la sede dell’Opi di Chieti per il ritiro delle mascherine a loro destinate.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

E’ Iniziata il 7 maggio scorso l’idoneizzazione dei donatori guariti dopo malattia da COVID 19 presso il Servizio Trasfusionale della ASL di Pescara.

Il manager della Asl: dopo l'emergenza ora il nostro impegno si sposta sul territorio con un'indagine capillare e un monitoraggio costante

Coinvolti 5.000 tra ospiti e operatori delle strutture pubbliche e private della provincia di Chieti

In vista dello sciopero nazionale in programma il 18 Giugno i sindacati chiedono un incontro urgente al presidente della Regione Abruzzo e all'assessore alla Sanità