Domenica 19 Settembre 2021

Economia

Porti Abruzzo, finanziamenti per oltre 60 milioni di euro dalla Conferenza Unificata

05/08/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Porti Abruzzo, finanziamenti per oltre 60 milioni di euro dalla Conferenza Unificata

Il presidente della regione Marsilio: fondi moltiplicati rispetto alla proposta iniziale. Occasione storica per colmare il divario e sviluppare la portualità abruzzese

Le Regioni hanno fornito l’intesa sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e del Ministro dell’economia e delle finanze, di riparto delle risorse del “Fondo per le infrastrutture portuali”. Per i porti abruzzesi di rilievo nazionale inseriti nell’Autorità di sistema portuale del Medio Adriatico, si tratta di oltre 60 milioni complessivi. “Un risultato eccezionale, del quale devo ringraziare il sottosegretario D’Annuntiis che ha condotto per settimane una difficile trattativa, e il Direttore generale Morgante che ci ha assistiti nel confronto con il Mims. Insieme alla Regione Marche, infatti, abbiamo dovuto più volte respingere una proposta iniziale del Ministero letteralmente irricevibile, che avrebbe destinato circa 20 milioni all’intero sistema, di cui solo 2 ai porti abruzzesi." E’ quanto dichiara il Presidente della Giunta Regionale, Marco Marsilio.

"Nel documento finale, all’intero sistema marchigiano-abruzzese va una cifra otto volte superiore, mentre le risorse per Pescara e Ortona sono state moltiplicate per 30 volte. I nostri porti pagavano purtroppo una carenza di elaborazione progettuale che lo stesso Ministero delle Infrastrutture ha addebitato all’Autorità di sistema portuale. Abbiamo recuperato terreno e credibilità portando avanti proposte concrete e puntuali. In particolare, è stata data copertura ai progetti per Pescara e Ortona (circa 27 milioni complessivi) approvati nella tabella dello scorso anno, e per i quali il Mims si era impegnato a reperire le coperture. Altri 4 saranno destinati al Molo Martello di Ortona con fondi propri del Mims, mentre 30 milioni saranno destinati al primo stralcio del piano regolatore portuale di Ortona, a condizione di presentare il progetto da finanziare entro il 31 ottobre.”

“Si comincia finalmente a delineare un quadro di finanziamenti e di progetti capace di togliere i nostri porti dalle secche della marginalità e della carenza infrastrutturale. A questi interventi, infatti, se ne aggiungeranno altri con il prossimo ciclo 21-27 del Fondo Sviluppo e Coesione (che riguarderà anche i porti regionali); è un’occasione storica per lo sviluppo dell’economia regionale tutta intera. I porti, infatti, non ‘servono’ solo l’economia della costa, ma costituiscono la porta di accesso e di transito delle merci e delle persone per l’intero territorio. Insieme alla ZES, la crescita dei nostri porti sarà un’asse decisivo per la ripartenza dell’Abruzzo”. Conclude il Presidente della Giunta Regionale, Marco Marsilio

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo Marco Marsilio

Potrebbero interessarti

Il presidente della regione chiede al ministro che si convochi quanto prima un tavolo di confronto tra le parti sociali, la proprietà aziendale e le istituzioni locali, e, in particolare, venga compiuto ogni sforzo per individuare soluzioni alternative la chiusura.

Il segretario regionale e deputato della Lega annuncia la decisione concordata dal Ministro del turismo e dalla Sottosegretaria Viana Gava.

Una scommessa vinta per il presidente di Lancianofiera Franco Ferrante che ha ribadito come questa rassegna sia stata quella "della ripartenza" dopo il periodo difficile legato alla pandemia con le conseguenti chiusure e restrizioni.

“E' la rassegna della ripartenza” ha detto il presidente Franco Ferrante. Presenti alla cerimonia inaugurale anche gli assessori regionali Nicola Campitelli, Nicoletta Verì e Daniele D'Amario