Giovedì 29 Febbraio 2024

Cultura

Lanciano, seconda edizione di Musica Nova, in tanti nel quartiere storico Civitanova per vivere un'atmosfera unica

14/09/2023 - Redazione AbruzzoinVideo

Un nuovo successo per le due serate dedicate alla musica, all'arte e alla convivialità. Un evento che dona una nuova luce al quartiere, musica e luoghi storici che emozionano i lancianesi e che affascinano i turisti con la magia che insieme riescono a creare.

Anche quest'anno Musica Nova, l'iniziativa che per il secondo anno ha visto la proficua sinergia tra la Scuola Civica di Musica Fedele Fenaroli, l'Associazione Quartiere storico Civita Nova e l'Arcidiocesi Lanciano Ortona, ha attirato l'attenzione di tantissime persone che hanno voluto percorrere le stradine e i vicoli di uno dei quattro quartieri storici di Lanciano, per godere di un'atmosfera davvero unica, in un connubio di arte, cultura, musica e convivialità.

Questo evento si inserisce nel programma delle Feste di Settembre, dedicate alla Madonna del Ponte, ed è uno dei momenti più affascinanti delle celebrazioni lancianesi. Civitanova, è un luogo ricco di arte, cultura e patrimoni architettonici. Qui si trovano chiese meravigliose, come Santa Maria Maggiore del XIII secolo con la sua facciata gotica, e Santa Giovina del XVI secolo. Il quartiere ospita anche il Palazzo Arcivescovile, che custodisce il Museo Diocesano e l'archivio storico Diocesano, oltre a palazzi rinascimentali di grande pregio. La Casa Museo del pittore, Federico Spoltore, nato a Lanciano nel 1902,  è un altro gioiello del quartiere che apre le sue porte per l'occasione e poi nella chiesa di Santa Giovina è stato possibile ascoltare il suono dell'organo barocco del 600, un'emozione immensa per i visitatori.

Quest'anno la manifestazione ha preso il via il 9 settembre 2023 con il concerto evento, MELICA, nella cornice di  Largo D'Appello, organizzato in occasione del centenario della fondazione della SIMC (Società Italiana di Musicologia e Critica Musicale, 1923-2023).  MELICA è un progetto curato da Massimo Pamio e Paolo Rosato che ha lo scopo di promuovere compositori, musicisti e poeti abruzzesi di risonanza nazionale. L'ensemble classico e il quintetto jazz del Conservatorio "Luisa D'Annunzio" di Pescara e della Scuola Civica "Fedele Fenaroli" di Lanciano sono stati i protagonisti di questa serata straordinaria. Tra gli artisti che si sono esibiti, Lorenza Summonte al flauto, Stefano Bellante al clarinetto, Adriano Masciarelli al corno, Samuele Di Francesco al fagotto, Elena Riolo al pianoforte, Federico Di Luciano al violino, Silvia De Luca alla viola, Gianmarco Di Carlo al violoncello, Emanuela Di Benedetto al soprano jazz, Attilio Perfetti al sax tenore, Giulio Gentile al pianoforte jazz, Maurizio Rolli al contrabbasso e Luca Di Muzio alla batteria. Il concerto, in cui poesie e musica hanno dato vita a momenti di grande spessore culturale musicale e artistico, ha visto la presenza anche delle voci recitanti di Rossella Mattioli e Gianluca Faragalli, ed è stato  diretto dal Maestro Stefano Cutilli. Il concerto evento ha aperto la seconda edizione facendo vivere al pubblico presente  un'esperienza emozionante e coinvolgente, che ha unito le generazioni in un omaggio vibrante alla ricca eredità culturale dell'Abruzzo.

Musica Nova è un'iniziativa fortemente voluta dal Maestro Roberto De Grandis e accolta con grande plauso dall'amministrazione comunale di Lanciano, guidata dal sindaco Filippo Paolini. Le vie di questo quartiere, i vicoli,  raccontano la storia della città, offrendo una vista bellissima sulla Cattedrale dominata dalla  statua della Madonnina su piazza Plebiscito, che si affaccia proprio sul centro storico. Questi quartieri hanno un grande potenziale per diventare destinazioni turistiche e punti centrali della vita sociale, culturale ed economica di Lanciano ed è anche per questo che è nata l'associazione storica Quartiere storico Civita Nova con l'obiettivo di promuovere attività e eventi volti a preservare, valorizzare e rinnovare la storia e la cultura di Civitanova e della città di Lanciano e mira anche a favorire l'integrazione e l'inclusione all'interno della comunità territoriale.

"Musica Nova" accompagna il visitatore in un luogo magico, romantico dove la musica allieta ogni angolo del quartiere, con esibizioni di brani dai balconi delle case, negli androni dei palazzi storici e nei vicoli. Anche quest'anno sono stati eseguiti brani musicali di ogni genere, dalla musica classica a quella contemporanea, nazionale e internazionale. I maestri dell'Istituzione Civica Fedele Fenaroli, a cominciare dal maestro Roberto De Grandis, presidente della Scuola civica Fedele Fenaroli , sono stati tra i protagonisti delle esibizioni. Aperto al pubblico fino a mezzanotte il Museo Diocesano, che custodisce numerosi capolavori di arte sacra che è stato possibile ammirare accompagnati, nelle varie sale, dall'esibizione della musica di un'arpa, suonata magistralmente da una musicista professionista.

L'evento anche in questa edizione ha offerto punti ristoro e degustazioni enogastronomiche per rendere ancora più speciale questa celebrazione di musica, arte e storia nel cuore di Lanciano. "Musica Nova" ogni anno riesce ad avvicinare la comunità a una delle sue perle storiche attraverso le meraviglie della musica.

                                                                                 Miriana Lanetta

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Protagonisti i ragazzi delle Scuole Secondarie di primo grado degli Istituti Comprensivi “Don Bosco", "D’Annunzio" e "Don Milani" di Lanciano, che sono stati coinvolti in un percorso volto a sensibilizzare gli studenti sulle tematiche legate alle violenze sui minori.

Un progetto ideato e promosso dal presidente della Scuola civica di Musica De Grandis e sposato con interesse dall'assessorato all'Istruzione del Comune di Lanciano guidato dal dottor Angelo Palmieri

Lisa Di Giovanni, originaria di Teramo, è stata scelta dalla giuria per “lo straordinario contributo profuso nell’arricchimento e nella promozione della cultura e della ricerca nella Città di Roma”.

Al circolo Aternino sito di Pescara, nell'ambito di "Pescara in Arte", organizzata da Endas Abruzzo e curata dal critico d'arte Massimo Pasqualone, è stato presentato "Diamanti grezzi", il libro di Carlo Colucci. Il volume nasce dalla necessità di comunicare ai giovani seguendo la linea del cuore, e col cuore scritto.