Venerdì 12 Aprile 2024

Cultura

Lanciano, "La scuola della totalità" presentato il nuovo libro di Gian Luca Bellisario

20/10/2022 - Redazione AbruzzoinVideo

Venerdì 7 ottobre nel Salone d’Onore della Casa di Conversazione “Benito Lanci” del Comune di Lanciano, Gian Luca Bellisario ha presentato il suo libro.

L’incontro è stato aperto dai saluti delle Autorità presenti e dell’editore, Dott. Enrico Faricelli.
Hanno dialogato con l’autore la prof.ssa Antonia Cunti, autrice della prefazione del libro, la prof.ssa Lucia Genovese, la prof.ssa Eide Spedicato Iengo.


Il volume è un approfondimento esaustivo sull’esperimento didattico ministeriale ideato dall'on. Nicola Bellisario e conosciuto come “Scuola della Totalità”, che ha incarnato tra il 1956 e il 1976 un’autentica proposta di rinnovamento della pedagogia e della didattica nella Scuola italiana, anticipando molti interventi legislativi adottati solo successivamente dal Governo. Un approccio didattico che torna ad essere più che mai attuale in un momento storico in cui la totalità -psicologica, relazionale ed istituzionale – dell’esperienza scolastica è stata messa a dura prova dalla pandemia.

La presentazione si è conclusa con le testimonianze di alcuni ex alunni della Scuola della Totalità e con una relazione da parte dell’Autore.

Gian Luca Bellisario –Psicopedagogista, è specializzato in Pedagogia Clinica, poi in Pedagogia Giuridica. Nel 2014 è stato eletto Presidente Nazionale dell’ANIPED – Associazione Nazionale Italiana dei Pedagogisti e, nel 2022, Presidente Nazionale anche dell’UNAPED – Unione Nazionale Associazioni Professionali Educative e Pedagogiche. Ha pubblicato, nel 2014, il testo: “Professione Pedagogista – Fondamenti Scientifici e normativi”, con l’editore Piccin di Padova.
Figlio dell’On. Nicola Bellisario, alla cui opera educativa e politica questo testo si ispira.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Editoria

Potrebbero interessarti

La terza edizione dell'evento sarà presentata alla Sala Conferenze della Camera di Commercio del Gran Sasso d’Italia, Teramo.

Un viaggio contro lo spreco alimentare che proseguirà in altri comuni del territorio Atessa, Casoli, Guardiagrele, Casalbordino e Palmoli

Un olio che nasce da ulivi piantumati su quella terra macchiata dal sangue dei martiri della giustizia e che adesso rappresenta un simbolo di rinascita e di riscatto.