Giovedì 16 Luglio 2020

Cultura

Con la presentazione di “Storia dell’Italia corrotta” RATI promuove un importante incontro per riflettere sul tema

19/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Con la presentazione di “Storia dell’Italia corrotta” RATI promuove un importante incontro per riflettere sul tema

Isaia Sales, docente universitario e saggista, giovedì 21 novembre, alle 16.45, sarà presso la Casa di Conversazione di Lanciano per presentare il suo ultimo libro “Storia dell’Italia corrotta”.

Interverranno Simona Melorio (co-autrice), Ciro Riviezzo (Magistrato – Presidente del Tribunale de L’Aquila) e Silvana Vassalli (Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lanciano). L’evento sarà coordinato da Vitalino D’Amario (Docente di Diritto). Isaia Sales e Simona Melorio, con il loro rigore scientifico, fanno di questo tremendo fenomeno una ricostruzione storica meticolosa, cercando di dare risposte a una serie di domande interconnesse tra loro e tutte riguardanti il carattere straordinario del caso italiano. Questo lavoro fa emergere l’immenso valore strategico della Legalità, in tutte le sue declinazioni ed anche per questo l’appuntamento, organizzato da RATI (Rete di Abruzzesi per il Talento e l’Innovazione) si inserisce nel più articolato programma culturale “Legalità è Dignità” predisposto dal Comune di Lanciano. È proprio la presa di coscienza di quanto danno possa produrre la insufficienza o la mancanza di Legalità che può farci comprendere come sia urgente e pregiudiziale una lotta senza quartiere alla corruzione. Perché la Legalità possa recuperare lo spazio che le spetta dobbiamo avere la forza e la motivazione per rimuovere tante abitudini diffuse e date per normali consuetudini, le quali hanno spostato, nel tempo, i confini della “normalità”. Ad un certo punto Isaia Sales ci dimostra come “la corruzione non sia una necessità, ma un male per il Paese”. Come pure quanto terribile sia la convinzione diffusa che fa ritenere “la corruzione un reato senza vittime!”. Senza considerare le gravi conseguenze economiche, sociali e culturali. Si tratta, allora, di favorire la ri-costruzione di un adeguato “senso dello Stato”, come premessa fondamentale per qualunque azione.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano

Potrebbero interessarti

E' l'omaggio che la città dedica al grande maestro scomparso nei giorni scorsi.

E' l’omaggio di Poste Italiane al grande artista napoletano che segue il francobollo emesso nel 50° anniversario della sua scomparsa.

La città frentana è tra le 258 in Italia ad aver ricevuto il riconoscimento. Grande soddisfazione è stata espressa dall'assessore Marusca Miscia: "Una spinta a fare meglio".

Un QR Code stampigliato sulle mattonelle “castellane” posizionate sui palazzi storici e i siti di interesse del Comune, riprodotto anche sulle ceramica in esposizione o in vendita.