Marted 21 Maggio 2024

Cronaca

Rapina, lesioni e tentata estorsione: due minori arrestati dai Carabinieri di L'Aquila

12/01/2023 - Redazione AbruzzoinVideo

Indagine coordinata dalla Procura della Repubblica per i Minorenni porta all'arresto di due indagati di origine nordafricana per reati commessi nel sottopasso di "Collemaggio" a L'Aquila.

Al culmine di una articolata indagine i Militari del Comando Compagnia Carabinieri di L'Aquila, coordinati dalla Procura, hanno arrestato un minorenne e un neomaggiorenne, entrambi di origine nordafricana, ospiti di case famiglia presenti nel capoluogo, ritenuti responsabili di rapina, lesioni e tentata estorsione ai danni di due coetanei del luogo. I reati contestati, avvenuti presso il sottopasso di “Collemaggio”, che collega il Terminal-bus alla centralissima P.zza Duomo, risalgono allo scorso novembre.

Le attività investigative, avviate dai militari dell’Arma, hanno portato, in breve, alla ricostruzione dei fatti, che sono stati accertati per mezzo della denuncia, delle testimonianze raccolte e delle individuazioni fotografiche. Determinanti, ai fini dell’identificazione dei responsabili, anche l’acquisizione delle immagini riprese delle telecamere di videosorveglianza che controllano le aree interessate alla vicenda.

Il due hanno bloccato e aggredito alle spalle i malcapitati e, dopo averli picchiati, causando loro lievi lesioni, li ha derubati di oggetti personali tentando anche di estorcergli del denaro per ottenere la restituzione degli stessi. Uno degli arrestati è già stato coinvolto nell’indagine della Procura per i Minorenni di L’Aquila che, lo scorso settembre 2022, portò all’esecuzione di 13 ordinanze cautelari, delegando, per l’esecuzione congiunta, carabinieri e polizia dell’Aquila.

I fatti di Collemaggio destarono, all’epoca, notevole clamore, tanto che l’autorità municipale intervenne con un’ordinanza che impose la chiusura del tunnel di collegamento tra il Terminal e Piazza Duomo, proprio per evitare ulteriori atti di natura violenta, risse e bullismo tra minori, con conseguente allarme sociale nella cittadinanza e con profili di pericolosità per la sicurezza e l'incolumità degli stessi minori coinvolti. I due minori arrestati sono stati collocati presso l’Amministrazione Penitenziaria Minorile al fine di prevenire ulteriori reati e con l’obiettivo successivo di mirare al reinserimento dei giovani nella società.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

I finanzieri hanno anche scoperto e denunciato un uomo in fuga con migliaia di griffe contraffatte

L'esercitazione, organizzata da RFI e TUA, ha coinvolto oltre 100 persone e ha visto la partecipazione di numerose istituzioni e servizi di emergenza

Pescara, fiamme nel sottobosco: 500/600 mq interessati. Operazioni di bonifica in corso

Truffata una donna di Ortona. “Inostri dipendenti non chiedono mai soldi a domicilio” puntualizza la società