Giovedì 12 Dicembre 2019

Cronaca

Montesilvano celebra le Donne vittime di violenza

25/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Montesilvano celebra le Donne vittime di violenza

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne è stato presentato questa mattina il centro antiviolenza, gestito dall’Azienda Speciale per i servizi sociali di Montesilvano, che da oggi resterà aperto il lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e il giovedì dalle ore 15,30 alle 18,30.

La struttura, di 110 metri quadrati, si trova in via Roma 13 e all’interno vi lavoreranno due psicologhe, due assistenti sociali, tre educatori che si alterneranno nei vari giorni di apertura e due amministrativi. Lo sportello servirà per la gestione delle problematiche legate alla violenza e al maltrattamento di genere, il servizio sarà completamente gratuito, opererà nell’assoluto anonimato e lavorerà con le forze dell’ordine del territorio. Il numero di telefono per contattare l’ufficio è 0854225018.



La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne si è aperta alle ore 9,00 nella Sala Di Giacomo di Palazzo Baldoni, con l’attrice Tiziana Di Tonno, che ha portato in scena, insieme alla violinista Dana Stancu, lo spettacolo “Per vergogna, per amore”, una pièce teatrale rivista per l’occasione con riferimenti alle donne abruzzesi e alle violenze subite, spesso tra le mura domestiche. Il pubblico composto dagli studenti dell’ITC Alessandrini e dalle terze medie dell’Ignazio Silone, ha seguito con grande attenzione dall’inizio alla fine grazie soprattutto alla bravura dell’interprete che ha coinvolto al termine dello spettacolo ragazzi e docenti. Commossa anche il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Ignazio Silone, Roberta Martorella che ha raccontato la sua esperienza di madre e di educatrice. All’iniziativa ha partecipato anche la presidente regionale delle Pari Opportunità Gemma Andreini. “Con l’apertura dello sportello antiviolenza – afferma il sindaco Ottavio De Martinis - si vuole supportare e sostenere le donne vittime di violenza. Un problema annoso che colpisce anche la nostra città. Tra gli obiettivi c’è anche quello di implementare la costruzione di una rete con le forze dell’ordine che facilitino, attraverso la condivisione, l’uscita della donna dall'isolamento. Il centro antiviolenza di Montesilvano è il frutto di un progetto, voluto fortemente dall’amministrazione comunale e dall’Azienda Speciale per arginare un fenomeno ormai diffuso fin dai più giovani”. “Ogni 15 minuti una donna subisce violenza – spiega l’assessore alle Pari Opportunità Damiana Rossi - e ogni 72 ore ne viene uccisa una. Nelle prossime settimane promuoveremo delle campagna di sensibilizzazione con delle azioni di prevenzione e contrasto alla violenza, partendo poprio come abbiamo fatto questa mattina dai ragazzi intervenuti allo spettacolo “Per vergogna, per amore” di Tiziana Di Tonno.



Una piéce emozionante che ha commossono i presenti invitandoli a riflettere sulla violenza e soprattutto quelle all’interno delle mura domestiche che nessuno denuncia e nessuno spesso riesce a conoscere. Per questo c’è bisogno dell’educazione delle madri verso i figli maschi e del coraggio da parte delle donne di denunciare il fenomeno, senza paura e senza vergogna”. “Con l’apertura dello sportello – dice l’assessore alle Politiche sociali Barbara Di Giovanni - ci siamo presi un impegno sostenuto da una speranza ambiziosa, quella di rendere tutti più consapevoli soprattutto i più giovani che la violenza, in ogni sua forma non c’entra nulla con la parola amore. Chi ama non lascia segni sul viso o sul corpo, chi ama non umilia, non isola e non colpevolizza. Con i due eventi, prima con l’incantevole interpretazione Di Tonno e poi con l’inaugurazione dell’uffico in via Roma, ci impegniamo a trasmettere e a diffondere la conoscenza dell’esistenza di percorsi di uscita dalla spirale della violenza”.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Montesilvano Sociale

Potrebbero interessarti

Il Generale di Brigata Gianluigi D’Alfonso, Comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza, nella odierna mattinata ha visitato il Comando Provinciale di Pescara e i Reparti dipendenti.

42 operatori di Polizia Ferroviaria del Compartimento Polfer per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo impiegati, 65 persone identificate, 25 controlli a depositi di materiale ferroso, 5 pattuglie automontate dislocate lungo le tratte ferroviarie nelle zone più sensibili

Stavamo per mettere a segno l'ennesimo colpo ad un bancomat facendolo saltare con 400 gr di miscela esplosiva, ma i carabinieri,da tempo sulle loro tracce li hanno fermati ed arrestati.

Il cane del Nucleo Cinofili, dopo un giro ispettivo nella classe, ha individuato il giubbotto del 14enne risalendo al giovane spacciatore che è stato denunciato.