Lunedì 17 Febbraio 2020

Cronaca

Altro incidente sul Gran Sasso, coinvolti 2 alpinisti

26/12/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, insieme alle eliambulanze del 118 di stanza a L'Aquila e Pescara, stanno operando sul Gran Sasso, al di sotto del rifugio Franchetti e in prossimità della base della Ferrata Ricci. Sono coinvolti nell'incidente due alpinisti purtroppo deceduti.

Stavano percorrendo un itinerario alpinistico sulla cima orientale del Gran Sasso legati tra loro in conserva, i due giovani alpinisti di 28 e 25 anni di Corfinio (Aq), che stamane hanno trovato la morte dopo essere scivolati per circa un migliaio di metri fino alla base della ferrata Ricci, sul versante teramano del Gran Sasso. Dopo aver sbarcato in quota alla base della parete due tecnici di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, l'eliambulanza del 118 di Pescara ha provveduto al recupero delle due salme per mezzo del verricello, entrambe trasportate fino ai Prati di Tivo e consegnate alle autorità presenti.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Giovanni Legnini: “Onorato per la nomina, mi metterò a disposizione delle comunità"

La Squadra Mobile della Questura di Pescara ha denunciato A.F., 25 anni, un incensurato originario di Napoli, per il reato di frode informatica.

Il giovane era ossessionato dall'amore malato per la donna, la tempestava di messaggi le inviava fiori e nonostante l'intervento del marito e dei carabinieri nulla è servito a fermarlo.

La droga era nascosta nei barattoli dei ripiani della cucina.