Giovedì 18 Agosto 2022

Attualità

Micron realizza il primo SSD SATA NAND a 176 strati del settore per data center

29/06/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Micron realizza il primo SSD SATA NAND a 176 strati del settore per data center

La comprovata architettura di 11° generazione consente un'affidabilità maggiore del 50% rispetto ai prodotti concorrenti

Micron Technology, Inc., (Nasdaq: MU) ha annunciato oggi la spedizione del primo SSD SATA NAND a 176 strati al mondo progettato per i carichi di lavoro dei data center. L'SSD SATA Micron® 5400 è l'SSD SATA per data center più avanzato disponibile. Progettato su una comprovata architettura SATA di 11° generazione, l'SSD Micron 5400 consente ampi casi di utilizzo, offre prestazioni significativamente migliori rispetto alle tradizionali unità disco rigido (HDD), e prolunga la vita delle piattaforme SATA.

“Micron si trova in una posizione unica per guidare il mercato SATA con NAND a 176 strati”, afferma Alvaro Toledo, vicepresidente e Direttore Generale di Data Center Storage di Micron. “Questa NAND all'avanguardia consente la disponibilità a lungo termine degli SSD SATA, espandendo un'architettura fidata, che accelera e semplifica le qualifiche dei clienti.

L'SSD SATA più avanzato

Il Micron 5400 è l'SSD SATA per data center più avanzato sul mercato, grazie all'innovativa NAND a 176 strati di Micron, che offre prestazioni comprovate supportando la disponibilità del prodotto negli anni a venire. Dotato della più ampia gamma di opzioni di implementazione del settore, Micron 5400 consente agli operatori di data center di installare server nuovi o aggiornare i server esistenti, continuando a utilizzare l'interfaccia SATA. I clienti possono continuare a ottenere il massimo dai loro server SATA con prestazioni migliorate per sfruttare la tipica larghezza di banda della rete. 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Nel convoglio TUA un vero e proprio Pronto Soccorso mobile, pronto a muoversi verso gli ospedali di Ortona e Pescara

Decisa l'istituzione di un tavolo di coordinamento relativo al PSTT, il Piano di Sviluppo Turistico e Territoriale.

A causa di alcuni ricorsi proposti davanti al Tar Abruzzo le concessioni sono state rilasciate con ritardo

Lo rendono noto il sindaco Filippo Paolini e l'assessore alle Politiche della Casa, Graziella Di Campli