Giovedì 05 Agosto 2021

Politica

Regione Abruzzo, Febbo su revoca incarico: lo avevo messo in conto e ne prendo atto

21/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Regione Abruzzo, Febbo su revoca incarico: lo avevo messo in conto e ne prendo atto

L'ormai ex assessore regionale abruzzese, dopo la revoca delle sue deleghe stamane da parte del presidente Marsilio, affida ad un post su Fb il suo commento.

"Dieci mesi fa, quando comunicai a tutti e a tutti i livelli la mia decisione di assumere una posizione elettorale civica nella mia Città, avevo messo "in conto" che mettevo in discussione anche le mie ambizioni personali nell' interesse unico della mia Città. I fatti e il risultato elettorale mi hanno dato ragione. Quello che mi rammarica è che di fronte alle conseguenze di una pandemia che sta colpendo il sistema sanitario nazionale (e mondiale) ed economico (regionale, nazione e mondiale) ci si concentri su queste problematiche e su come intervenire. Ne prendo atto e con serenità andrò a ricoprire il ruolo di Presidente del Gruppo Consiliare di FI garantendo il mio impegno nell'interesse del nostro Abruzzo e della sua comunità." Così Mauro Febbo sui social dopo che stamane il presidente Marsilio ha firmato il decreto di revoca dall'incarico di assessore regionale dell'esponente di Forza Italia, assumendo temporaneamente su di sé le deleghe a lui assegnate.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

"Unità del centrodestra valore imprescindibile. Se Fratelli d’Italia intende rompere la coalizione, la Lega si batterà affinché ciò non accada".

Lo annunciano il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e i capigruppo di maggioranza dopo riunione per parlare delle imminenti azioni da intraprendere dopo la tragedia dei 34 incendi ieri in Abruzzo.

Sala sull'attuale situazione nel centrodestra: Ci stiamo facendo ancora una volta del male permettendo a qualche “estraneo” di decidere o condizionare pesantemente le nostre sorti." E sulla decisione di Bomba: "Ha indicato una strada terza per porre fine a questa stucchevole querelle".

A rappresentare la nuova lista stamane in conferenza stampa l'avvocato e referente del mondo dell'associazionismo, Rita Ruffo e il giovanissimo appartenente al mondo dello sport, prima come giocatore ed oggi come arbitro di pallacanestro, il 28enne Fulvio Grappasonno, che hanno voluto spiegare le ragioni che li hanno spinti ad abbracciare questo percorso politico.