Venerdì 24 Maggio 2024

Politica

La Lega contro l’amministrazione comunale, Lanciano perde 780mila euro

10/03/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
La Lega contro l’amministrazione comunale, Lanciano perde 780mila euro

La Lega Lanciano sull'esclusione del Comune dal finanziamento per la messa in sicurezza del patrimonio pubblico.

«Apprendiamo con tristezza l’ennesima sconfitta, abbiamo perso ancora una volta una preziosa occasione. È arrivato il momento che la giunta Pupillo vada a casa», questo il primo commento del coordinatore cittadino Fausto Memmo in merito all’esclusione del Comune di Lanciano dal finanziamento per la messa in sicurezza del patrimonio pubblico erogato dal Ministero dell’Interno. «La nostra città non solo ha perso ben 780mila euro che potevano essere utilizzati per apportare delle migliorie non trascurabili alla città ma è stato escluso perché non in regola con la rendicontazione dei finanziamenti precedenti – spiega Memmo – un fatto increscioso e scandaloso». I comuni esclusi dal bando sono stati otto a fronte dei novanta che invece hanno ottenuto il sostegno economico.

«La sicurezza è una tematica che ci sta molto a cuore e per la quale ci battiamo costantemente, il finanziamento sarebbe servito al miglioramento della viabilità e quindi per interventi finalizzati a garantire l’affidabilità delle nostre strade - aggiunge il coordinatore cittadino della Lega - per tale ragione chiediamo conto all’intera amministrazione comunale e nello specifico al vicesindaco Giacinto Verna come assessore ai Lavori pubblici di quanto accaduto. Si tratta di inefficienza? Di ritardi legati alle comunicazioni inoltrate dall’ente? O di incapacità? Questa volta la cittadinanza merita una risposta chiara ed esaustiva. L’attendiamo».

Poi conclude: “Vogliamo discontinuità da questo modo superficiale e irresponsabile di fare politica”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La consigliera di Lanciano in comune: “E’ un fatto che l’orientamento del presidente Marsilio è quello di vendere la società, come è un fatto che il presidente Amoroso abbia cercato di scoraggiare questa scelta."

Dichiarazione dei senatori abruzzese e molisano di Fratelli d’Italia, componenti della commissione Antimafia, Etelwardo Sigismondi e Costanzo Della Porta, nel giorno del 32esimo anniversario dell'attentato terroristico mafioso in cui fu ucciso il giudice Falcone

L'assessore regionale al lavoro sottolinea il costante contatto con le parti datoriali e con i sindacati di categoria per mettere in atto misure utili a gestire questo momento difficile

"La Sangritana è cresciuta moltissimo sotto il primo governo Marsilio e la sfida che dobbiamo cogliere oggi è rafforzare maggiormente un importante asset regionale per non perdere quote di mercato significative, in un contesto che è sempre più competitivo e favorisce grandi aziende.