Domenica 14 Aprile 2024

LANCIANO: tavola rotonda su sanita', Usb annuncia presidio

18/05/2017 - Redazione AbruzzoinVideo

L'Usb ha  deciso di approfittare della Tavola rotonda in programma domattina a Lanciano , nella Casa di Conversazione, che vedrà la partecipazione dell'assessore regionale Silvio Paolucci,con un presidio volto a  far sentire la voce dei lavoratori delle cooperative che operano all'ospedale Renzetti. 

L' Unione Sindacale di Base che sta sostenendo la battaglia dei dipendenti delle cooperative che gestiscono i servizi ospedalieri del Renzetti, domattina hanno indetto un presidio per denunciare, cosi come avvenuto il 29 Aprile dinanzi all'ospedale, le condizioni lavorative precarie in cui i dipendenti di servizi fondamentali per i pazienti quali,la mensa, la pulizia ed il supporto ai pazienti,si trovano a vivere.

In concomitanza della tavola rotonda – scrivono in una nota  abbiamo deciso di fare un presidio con i lavoratori e le lavoratrici dell'ospedale Renzetti, che si trovano tutti i giorni a fare i conti con un servizio in parte privatizzato ed insufficiente, che interessa la vita di centinaia di migliaia di persone. L’articolo 32 della costituzione italiana tutela il diritto alla salute dei cittadini – prosegue la nota dell'Usb- mentre l’articolo 36 disciplina il diritto del lavoratore ad avere una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa.” L’apertura di un tavolo di confronto sulla qualità dei servizi complessivamente erogati negli ospedali e la drastica riduzione delle liste d’attesa per le visite specialistiche, queste le richieste dell'Usb alla Asl Lanciano vasto Chieti . Richieste specifiche vengono rivolte poi anche alla Regione: l’assorbimento dei lavoratori delle cooperative all’interno della ASL con contratto del pubblico impiego, l’abolizione dei “10 euro Chiodi”: tassa regionale per le visite specialistiche immesse per far fronte al deficit di bilancio regionale

CONDIVIDI: