Sabato 02 Luglio 2022

Ecologia e Ambiente

Con la cerimonia di premiazione si è concluso questa mattina il concorso SASI “C'era una volta l'acqua”. Oltre 600 ragazzi hanno preso parte alla manifestazione.

07/06/2022 - Redazione AbruzzoinVideo

Una giornata di festa tra la magia delle bolle di sapone, la gioia per gli attestati e i premi ricevuti e la riflessione su un argomento importante: l'uso corretto dell'acqua.

Bene vitale e insostituibile, al centro dei lavori degli alunni delle elementari e medie che hanno risposto con una partecipazione straordinaria alla seconda edizione del concorso “C'era una volta l'acqua”, promosso e organizzato dalla Sasi che ha scelto già dallo scorso anno di coinvolgere i più piccoli in un percorso di sensibilizzazione nei confronti di una risorsa che non è illimitata e quindi non va sprecata. Questa mattina in un'atmosfera allegra e spensierata ma anche attenta e interessata, nonostante non sia semplice mantenere alta per alcune ore l'attenzione dei bambini, si è svolta la tanto attesa premiazione. Ad ospitare la manifestazione il Padiglione 2 di Lancianofiera, presenti anche molti sindaci e amministratori dei Comuni premiati a cominciare dal primo cittadino di Lanciano Filippo Paolini. Tutti hanno avuto parole di apprezzamento per l'iniziativa della Sasi che avvicina il territorio a un tema di particolare rilevanza partendo proprio dai più piccoli. Tutte le classi hanno ricevuto un attestato di partecipazione con tanto di foto ricordo e tutti i ragazzi torneranno a casa con uno zainetto, altro ricordo di una giornata speciale che la società ha voluto regalare, un riconoscimento meritato per il tempo e l'impegno profusi nell'esecuzione degli elaborati richiesti. Dal disegno, al racconto, dalle foto e al video. Questa seconda edizione ha esteso la partecipazione anche agli studenti delle Medie chiamati a cimentarsi con video e foto. Oltre 70 i lavori passati al vaglio della giuria che non ha avuto un compito facile considerata la qualità delle opere proposte, 1500 i ragazzi coinvolti. Fantasia, creatività, originalità nella forma e nei contenuti, i ragazzi hanno davvero preso a cuore l'argomento mostrando sensibilità e attenzione e da tutti i lavori il messaggio è emerso forte e chiaro “l'acqua è preziosa e non va sprecata”.

E' contento il presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe per un'adesione che è andata oltre ogni rosea aspettativa. “Quest'anno i numeri sono ancora più importanti, ringrazio gli insegnanti e i ragazzi per il grande lavoro fatto che dimostra come la nostra idea sia positiva e lungimirante. Ringrazio anche i dipendenti e i collaboratori della Sasi i consiglieri e i membri della giuria, l'impegno di ognuno di loro ha reso possibile questa giornata e soprattutto questo risultato che ci spinge a fare sempre di più e meglio”. A sottolineare il significato e l'importanza di favorire la conoscenza, di stimolare una riflessione sull'uso dell'acqua anche Manuela Carlucci, dirigente area regolazione, commerciale e amministrazione della Sasi “crediamo nell'efficacia di progetti di questo tipo che devono affiancare con accresciuta sensibilità, gli interventi legati a migliorare la disponibilità della risorsa. Credo che una società come la Sasi non possa prescindere dalla vicinanza al territorio e quindi dalla cultura”. L'attenzione dei bambini al rispetto dell'ambiente, alla salvaguardia del Pianeta e quindi all'uso corretto dell'acqua che rappresenta un passo fondamentale in un cammino che dovrebbe mettere al primo posto la tutela del luogo in cui viviamo, è stata richiamata dalla presidente della giuria Maria Rosaria La Morgia e da Alessandro Lanci, quest'ultimo ha avuto il compito di visionare le foto e i video. Assente giustificato Mirko Menna, docente di Vasto, altro componente della giuria che in collegamento ha portato il suo saluto, ribadendo la bravura e l'originalità dei lavori presentati.

Dopo i saluti e gli interventi di rito si è passati alla premiazione, sul più alto gradino del podio per la sezione dell'elaborato grafico ( riservato agli alunni di prima e seconda elementare), la classe 2^ C di Sant'Eusanio del Sangro, al secondo posto la classe 1^ A di Castiglione Messer Marino, terza classificata, la classe 2^ A di Atessa Piana La Fara. Premi anche per il quarto e quinto posto andati rispettivamente alle classi 2^ A e 2^B di Atessa Rione Santa Maria e alla classe 2^ A di Fara San Martino.

Il primo premio per il racconto è andato alla classe 5^A di Collemici, Paglieta, secondo posto per la classe 4^A di Principe di Piemonte, Lanciano, le classi 4^A e 5^A di Treglio si sono classificate al terzo posto mentre la classe 5^A di Fattoria di Città, Lanciano al quarto, quinto posto per la classe 4^A di Atessa Piana La Fara.

Il video considerato dalla giuria il più efficace, dal messaggio diretto e immediato è quello dei ragazzi della 3^A di Fresagrandinaria, salutato dagli applausi della colorata e animata platea. Secondo classificato il lavoro della classe 2^H di Ortona, terzo posto per le classi 1^2^ e 3^ A di Furci. La classe 1^F dell'Istituto Umberto I di Lanciano si è classificata al quarto posto, il quinto è andato alla classe 3^A di Tornareccio.

Per la sezione fotografia, prima in classifica la classe 2^ A di Gissi, seconda la 2^A di Torino di Sangro, al terzo posto la classe 2^A di Guardiagrele, infine al quarto le classi 1^ 2^ e 3^ A di Palena.

Nella consegna dei premi si sono avvicendati il presidente Gianfranco Basterebbe, la dirigente Manuela Carlucci, Veronica Di Giuseppe che ha curato gli aspetti più importanti dell'organizzazione, Maria Rosaria La Morgia, Alessandro Lanci, i consiglieri Graziella Di Filippo e Corrado Varrati.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Sasi

Potrebbero interessarti

Lo ha ufficializzato il Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri dopo l’ultimo vertice tecnico sul dragaggio svoltosi negli uffici della Direzione Marittima della Capitaneria di porto di Pescara.

Gli studenti romeni sono rimasti nel territorio frentano per tre settimane, nel mese di giugno, con Connect Abruzzo. "Torniamo a casa stanchi ma felici"

Il progetto di un parco in cui poter giocare e al tempo stesso produrre energia si è distinto nel concorso incentrato sui temi dell’energia e della sostenibilità e ispirato agli obiettivi dell’Agenda 2030.

L'esemplare è stato immortalato dagli scatti di Stefano Scivola e Giuseppe Recchia, due esperti osservatori che da molti anni sono attivi nei rilievi e monitoraggi ornitologici e collaborano con la Stazione Ornitologica Abruzzese.