Mercoledì 18 Settembre 2019

Cultura

I poteri pubblici nell'età del disincanto. L'unità perduta tra legislazione, regolazione e giurisdizione

05/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
I poteri pubblici nell'età del disincanto. L'unità perduta tra legislazione, regolazione e giurisdizione

E’ uscito nei giorni scorsi nelle librerie ed in formato digitale il volume “I poteri pubblici nell’età del disincanto”.

Edito da LUISS University Press, di cui sono autori il Prof. Daniele Piccione e Giovanni Legnini, esponente politico del Pd, avvocato, già Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura e attualmente Consigliere Regionale di opposizione nel governo Abruzzese.

Il libro, nel tratteggiare l’evoluzione dei poteri pubblici in Italia, si sofferma sulle ragioni della perdita di centralità della funzione legislativa, dello sviluppo e dei momenti di crisi delle giurisdizioni e dell'irruzione dei poteri regolatori delle autorità indipendenti nei processi economici globalizzati.



“Nel descrivere il diffuso senso di dispersione e frammentazione dei poteri, che ha accentuato la crisi di consenso nei confronti delle istituzioni repubblicane, proviamo - scrive Legnini - ad indicare le vie per un recupero di fiducia e di certezze nella regolazione dei rapporti economici e per la tutela dei diritti fondamentali. Sullo sfondo si staglia la sfida di un’auspicabile ricomposizione dell’unità perduta tra legislazione, giurisdizione e regolazione, nel contesto dell'integrazione europea e della dimensione globale dell'economia e del diritto. Voglio ringraziare - continua Legnini - i tanti che ci hanno fornito contributi e riflessioni, maturati nel corso di incontri pubblici e conversazioni private, e tutti coloro che sono stati di ispirazione e supporto. La speranza è che le riflessioni che abbiamo sviluppato possano rappresentare uno stimolo a riscoprire quella 'decisività dei fini politici' , lucidamente descritta dal Professor Natalino Irti che ha voluto onorarci della sua pregevole prefazione.”

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Convegno '100 anni dall'Impresa di Fiume' un momento ha permesso di fare il punto su quell'Impresa che ha lasciato il segno nella storia del Paese, favorendo il confronto tra storici.

“Come la parola diventa musica”. Performance musicale e racconto autoriale con Mogol & Angelo Valori & Medit Voices

E' stata inaugurata in mattinata nella centrale piazza della Borsa, a Trieste, la statua dedicata a Gabriele D'Annunzio.

quinta giornata della Rassegna 'La Festa della Rivoluzione – d'Annunzio torna a Pescara', promossa per celebrare i 100 anni dell'impresa del Vate su Fiume dalla Presidenza del Consiglio regionale d'Abruzzo, in collaborazione con il Consiglio regionale, la Giunta regionale e il Comune di Pescara.