Sabato 16 Ottobre 2021

Cultura

Giulianova, restaurato manifesto ufficiale inaugurazione monumento a Vittorio Emanuele II

26/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Giulianova, restaurato manifesto ufficiale inaugurazione monumento a Vittorio Emanuele II

Il cimelio è stato recuperato a spese del Sindaco Jwan Costantini per donarlo nuovamente alla città

Durante l’ultimo sopralluogo al cantiere della Pinacoteca Civica di Palazzo Bindi, in occasione della visita della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo, il Direttore t.s. del Polo Museale Civico Sirio Maria Pomante ha segnalato al Sindaco Jwan Costantini, lo stato precario in cui versava, ormai da tempo, il manifesto ufficiale dell’inaugurazione del monumento a Vittorio Emanuele II avvenuta il 15 agosto 1894 e realizzato dallo scultore giuliese Raffaello Pagliaccetti (1839-1900), illustre esponente della scultura italiana dell'Ottocento.



Il primo cittadino si è mobilitato immediatamente per far tornare a nuova vita il cimelio storico a sue spese, e posizionarlo, all’interno di una preziosa cornice, nella Sala Consigliare del Comune, al posto delle due teche che contengono le onorificenze di Pagliaccetti e le medaglie vinte dallo scultore, donate all’ente comunale dalla vedova, e attualmente ricoverate all’interno della Biblioteca civica e della futura Pinacoteca, per una più adeguata conservazione. La storia del manifesto è strettamente legata a quella dell’evoluzione  travagliata del celebre monumento di piazza della Libertà, e la sua inaugurazione rappresentò per la comunità giuliese e del Meridione un evento di portata nazionale, dato che Giulianova fu la prima città di quello che fu il regno di Napoli, ad essere visitata dal Re d’Italia il 15 ottobre del 1860. 



“Ho voluto personalmente contribuire a riportare alla luce un documento storico importante per la città, che rischiava di essere irrimediabilmente perduto – dichiara il Sindaco Costantini – e riservagli un posto d’onore all’interno della Sala Consigliare a disposizione di tutti i cittadini e delle tante scolaresche che, dal mese di novembre, avranno la preziosa possibilità di visionarlo”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

A ricevere il prestigioso riconoscimento, conferito annualmente, come da statuto, “ad una persona nata nella Frentania che si è resa benemerita dando lustro alla sua terra d’origine in patria e nel mondo”,lo scrittore Remo Rapino, già vincitore del Premio Campiello 2020.

Comune, Soprintendenza e Deputazione teatrale: “Rinasce a nuova vita un luogo della cultura e del cambiamento”. Subito la lirica e visite guidate per la Città

il sindaco Castiglione: Questo ulteriore finanziamento testimonia l’attenzione dell’amministrazione per migliorare la funzionalità delle nostre scuole

Mattoscio: Il presidente Mattarella ha incoraggiato il mondo della cultura, che è tra quelli che più hanno sofferto la pandemia: per questo ha molto gradito l'operazione dell'Imago Museum di Pescara".