Venerdì 29 Maggio 2020

Cultura

Domani Lanciano omaggia Antonio Lemma

09/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Domani Lanciano omaggia Antonio Lemma

“Omaggio a Tonino Lemma. Testimonianze su un Poeta”: questo il titolo dell'incontro che si svolgerà domani pomeriggio, giovedì 10 ottobre, alle 18.30, a Palazzo de Crecchio, a Lanciano, per ricordare il poeta lancianese venuto a mancare improvvisamente lo scorso settembre a Modena, dove viveva da anni.

L'iniziativa è patrocinata dalla Regione AbruzzoServizio Beni ed Attività Culturali Ufficio Agenzia Lanciano, dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Lanciano, dalla Farmacia F.lli Marciani e da Radio Lanciano. Interverranno l'assessore alla cultura del Comune di Lanciano, Marusca Miscia, l'editore Massimo Pamio, la professoressa Silvia Fiorentino e il poeta Marcello Marciani il quale, oltre a parlare della figura di Lemma, leggerà, insieme a Paola Caporale, alcune poesie edite e inedite dell'amico scomparso. Moderatore sarà Giovanni Bomba; l'incontro sarà inframmezzato dagli interventi musicali del M° Roberto De Grandis. L'ingresso è libero. Antonio Lemma è nato a Lanciano nel 1945. Ha pubblicato il libro di poesie “Fuori posto” (Noubs, Chieti 1997). Le sue poesie, inoltre, sono apparse su “La Fiera Letteraria” e “Rivista Abruzzese”. È presente nelle antologie “Poeti d'Abruzzo” di G. Lasca e B. Sablone (Forum, Forlì 1984), “Le voci e la maschera” di N. Di Gregorio, U. Giacomucci, M. Tornar (Tracce, Pescara 1986), “Voci nuove del Parnaso abruzzese” di V. Esposito (Edizioni dell'Urbe, Roma 1987) e “La cerchia antica” (Troilo Editore, Bomba 1995). “Personaggio tanto aperto e socievole quanto curiosamente timido nell'animo, tanto provvisto di gioviale e sfacciato buonumore quanto vibrante di una sensibilità sita in un interiore balbuziente pudore virginale”: questo il ritratto di Antonio Lemma che ci consegna Massimo Pamio nell'Introduzione alla silloge poetica “Fuori posto”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La rivista 'Sky and Telescope' ha premiato l'immagine delle due nebulose della costellazione del sagittario, ottenuta da Ferretti e Bruzzone dopo un paziente lavoro durato 17 notti

Un restauro che ha segnato un momento di fondamentale importanza nel percorso di rinascita seguito al sisma del 2009

Distese di boschi di lecci, oliveti, agrumeti sono scenario alla bellezza del Monastero di San Giovanni in Venere, a Fossacesia, in provincia di Chieti, abbazia benedettina delle più importanti d’Italia.

E' online il brano inedito, cantato in tutti i dialetti d’Italia, che lancia un messaggio di unità e coesione dell'Italia