Mercoledì 23 Settembre 2020

Cultura

Al liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Lanciano al via la didattica a distanza

05/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Al liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Lanciano al via la didattica a distanza

Dopo la sospensione delle attività didattiche in tutte le scuole ed università italiane, misura prevista, come noto, dal Decreto emanato dal Governo nazionale per il contenimento del contagio da Coronavirus, anche i docenti abruzzesi si organizzano, in linea con il provvedimento nazionale, per svolgere la didattica a distanza.

Stamane la professoressa Francesca Marongiu, docente di Storia e Filosofia del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Lanciano, si è cimentata nell’ “E-learning”, l’apprendimento mediante internet, per spiegare agli studenti delle classi VD e VE, “La nascita del Terzo Reiche e la realizzazione del totalitarismo hitleriano”. Si è trattato di un audio lezione sulla piattaforma digitale “Discord” alla quale hanno partecipato 40 allievi, che già a partire dalle 9 di stamane, come ha spiegato la professoressa Marongiu, erano sul portale web pronti per cominciare. “È una didattica che supporta gli insegnanti e gli alunni in situazioni d’emergenza” sottolinea la docente, che pone l’accento anche sugli aspetti relazionali ed emotivi connessi all’avvio delle lezioni in piattaforma. “Si tratta” spiega “Di un’occasione per consentire ai nostri studenti di restare uniti, rimanendo nella quotidianità. Una dimensione molto importante visto il particolare momento che stiamo vivendo”. E i ragazzi hanno ascoltato con molta attenzione e sono poi intervenuti sulla classe virtuale, scrivendo in tempo reale: impressioni, domande e riflessioni sulle tematiche trattate. Domani si replica, ma questa volta la lezione sarà incentrata su Martin Heidegger, il famoso filosofo tedesco. Alle classi VD e VE dell’indirizzo ordinamentale del Liceo si unirà pure la 4D.
S.L

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Domani l'inaugurazione dell'iniziativa e dalle 18.30 l'esposizione della fotografa americana Tanquerel

La cerimonia di premiazione si svolgerà domani pomeriggio, 17 settembre, nell'ambito dell'importante Festival "Pordenonelegge".

Lo annunciano con soddisfazione il sindaco Francesco Menna e l'assessore alla cultura Giuseppe Forte.

Con un caldo applauso oggi Lanciano ha salutato e accolto il suo concittadino, Remo Rapino, vincitore, con il romanzo Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio, della 58 esima edizione del Premio Campiello, il concorso di narrativa tra i più importanti d’Italia, targato Confindustria Veneto.