Marted 29 Novembre 2022

Cronaca

Sicurezza nei luoghi di lavoro, 4 denunce in provincia di Chieti da parte dei Carabinieri per violazione norme

04/10/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Sicurezza nei luoghi di lavoro, 4 denunce in provincia di Chieti da parte dei Carabinieri per violazione norme

Controlli massicci nei cantieri del territorio per verificare il rispetto delle regole volte ad scongiurare incidenti e morti bianche

Nel quadro delle iniziative finalizzate al contrasto delle irregolarità inerenti la sicurezza sul luogo di lavoro, il lavoro nero e lo sfruttamento del lavoro, i carabinieri del Comando Provinciale di Chieti, il Gruppo Forestale Carabinieri, unitamente ai militari del Nucleo carabinieri Ispettorato del Lavoro e dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, hanno eseguito due accessi ispettivi in altrettanti cantieri della provincia di Chieti.

A termine degli accertamenti i carabinieri hanno deferito alla competente autorità giudiziaria quattro persone. Si tratta dei legali rappresentanti delle imprese coinvolte, ritenuti responsabili di violazioni penali ed amministrative della normativa inerente alla sicurezza sui luoghi di lavoro disciplinata dal decreto legge 81-2008 e successive modifiche.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti ha accertato, a carico di un soggetto titolare di una ditta attiva nel settore edile, violazioni alle limitazioni dell'uso del contante, con operazioni volutamente frazionate, per l’acquisto di materiali edilizi.

Si tratta della seconda persona coinvolta nella grave aggressione avvenuta a Giugno che ha già portato all'arresto di un 38enne di Montesilvano. Individuato e denunciato dai carabinieri anche il terzo aggressore sempre del pescarese.

gli oltre 70mila euro ottenuti grazie all’aggiudicazione di fondi rientranti Fondo Europeo diSviluppo Regionale nel programma POR-FESR Abruzzo 2014/2020

Il Comandante Colonnello Antonio Caputo: tutela del consumatore contro incauti acquisti è fondamentale. fare attenzione ai prezzi troppo bassi e nel dubbio chiamare il 117, sempre a disposizione dei cittadini