Sabato 20 Luglio 2024

Cronaca

Pizzoferrato, carabinieri Forestale sequestrano carne non tracciata

12/08/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Pizzoferrato, carabinieri Forestale sequestrano carne non tracciata

I controlli avviati per prevenire il diffondersi della peste suina africana

Militari della stazione Carabinieri Forestale di Villa Santa Maria, nell’ambito dei controlli sull’eradicazione della peste suina africana (PSA), hanno sottoposto a sequestro amministrativo circa 8 kg di carne di carne non tracciabile, elevando una sanzione amministrativa, per complessivi € 1.500,00, nei confronti di un ristoratore.

I militari, nel corso di attività previste dall’ordinanza n. 4/2023 del Commissario straordinario alla PSA, che ha disposto l’intensificazione dei controlli anche sulla carne di cinghiale e prodotti derivati, hanno rinvenuto nei congelatori carni di sconosciuta origine, pronta per essere somministrata al consumatore.

"È fondamentale che sia garantita la tracciabilità della filiera, ancor più perché l'andamento della peste suina africana nel territorio nazionale appare discontinuo e caratterizzato da focolai puntiformi e la trasmissione dell'infezione può avvenire anche attraverso le derrate alimentari di origine suina, in particolare, commercializzate fuori dai circuiti legali senza le dovute garanzie di origine e salubrità dei prodotti". Spiega in una nota il Il Tenente Colonnello Tiziana Altea, comandante provinciale dei carabinieri Forestale di Chieti. 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Infortunio sul lavoro questa mattina in una azienda di Mozzagrogna dove un operaio di 51 anni, che stava effettuando dei lavori all'interno della fabbrica, per cause in corso di accertamento si è infortunato ad una mano. L'uomo, soccorso dai sanitari del 118, e trasportato all'ospedale di Chieti, ha riportato l'amputazione di due dita della mano sinistra. 

Il Presidente del Consiglio regionale Sospiri annuncia l'incremento di 40 litri al secondo grazie al pozzo numero 9 di Bussi, assicurando mezz'ora in più di acqua al giorno per le famiglie del territorio.

Anche nell’estate 2024 la Polizia di Stato accompagnerà il viaggio di quanti approfitteranno della bella stagione per visitare le principali località turistiche italiane.

Il tribunale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione Nico Fasciani, 25 anni, di Civitaquana (Pescara) al termine del processo con rito abbreviato per il duplice tentato omicidio nei confronti di uno zio, Giancarlo Fasciani (57), e della compagna di quest'ultimo, Paola De Palma (30) feriti gravemente, a colpi di pistola, il 17 maggio 2023.