Sabato 22 Giugno 2024

Cronaca

Orsa Amarena uccisa, continua senza sosta la ricerca dei cuccioli da parte dei carabinieri

01/09/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Orsa Amarena uccisa, continua senza sosta la ricerca  dei cuccioli da parte dei carabinieri

L'Arma dei Carabinieri e la comunità si mobilitano per salvare i piccoli orsi orfani

Dopo l'orrore dell'uccisione dell'orsa Amarena, l'attenzione si è ora concentrata sulla ricerca disperata dei suoi due cuccioli, rimasti tragici orfani. Gli orsetti, scampati per miracolo al tragico evento, sono stati avvistati fuggire nelle sterpaglie circostanti l'abitazione coinvolta nel dramma, sfuggendo ai primi soccorritori.

Le ricerche dei cuccioli, ancora non muniti di radiocollare, proseguono incessantemente da parte dei carabinieri delle Stazioni di San Benedetto dei Marsi e Ortucchio, del nucleo Parco Pescasseroli, coadiuvati dai Guardia Parco e personale del servizio veterinario dell'Ente Parco.

La comunità locale si è mobilitata con segnalazioni e partecipazione attiva alle ricerche. Le operazioni di ricerca includono l'uso di speciali fototrappole, decine di pattuglie di carabinieri coordinate dal Comando Provinciale e dal Gruppo CC Forestale dell'Aquila, nonché l'impiego di un drone pilotato da personale specializzato del Comando Regione Carabinieri Forestale dell'Aquila.

Al momento, non sono stati ricevuti segnali positivi, ma si spera che i cuccioli, terrorizzati, possano emergere dalla vegetazione al calare del sole, momento in cui gli animali si sentono più sicuri per spostarsi. Si invita chiunque a segnalare qualsiasi avvistamento ai numeri di emergenza 112, affinché si possa garantire il salvataggio dei cuccioli di orsa, i quali, se abbandonati, correrebbero gravi pericoli di sopravvivenza. La comunità è unita nell'impegno di garantire un futuro ai piccoli orsi e far sì che la tragedia di Amarena non si traduca anche nella loro perdita.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Due giovani hanno subito un grave incidente mentre erano a bordo di un quad. Dopo aver perso il controllo del mezzo, sono usciti fuori strada, riportando gravi ferite.

Il sindaco Domenico Giangiordano "Ringrazio tutti, quando accadono queste cose si vede lo spirito di comunità"

Nel fine settimana appena trascorso, la Polizia di Stato di L’Aquila ha intensificato i controlli stradali per contrastare l’eccessiva velocità e i comportamenti scorretti, specialmente da parte di numerosi motociclisti che, durante il periodo estivo, preferiscono le strade di montagna della provincia.