Mercoledì 23 Ottobre 2019

Cronaca

Monti della Laga, cercatore di funghi recuperato da elisoccorso

20/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Monti della Laga, cercatore di funghi recuperato da elisoccorso

È stato elitrasportato all’ospedale San Salvatore di L’Aquila e se l’è cavata con una caviglia rotta, il cercatore di funghi cinquantaseienne di Fara Filiorum Petri che questa mattina si è infortunato mentre stava percorrendo l’anello di Padula

Il sentiero che parte dall’omonimo centro abitato, nel comune di Cortino, e si addentra nei boschi dei Monti della Laga. Fortunatamente, in una località in cui non è possibile utilizzare il telefono per assenza di campo, con lui c’era anche un amico, che dopo essersi allontanato dal luogo dell’incidente lungo il sentiero, è riuscito a dare l’allarme al 118.



L’equipe medica e il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico sono stati sbarcati in una radura e a piedi si sono addentrati nel bosco fino a raggiungere l’infortunato. L’uomo, bloccato su un terreno molto scivoloso, è stato medicalizzato e spostato in un luogo più adatto per il recupero con il verricello.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

CNSAS

Potrebbero interessarti

Sono ripresi gli interventi di sistemazione e riasfaltatura di alcuni tratti della viabilità comunale di Atessa. “È da tanti anni – dice il sindaco, Giulio Borrelli - che queste strade non venivano sottoposte a manutenzioni straordinarie e a rifacimenti”.

E’ balzata sulle cronache nazionali la vicenda terribile avvenuta nell’ottobre del 2016 ad Avezzano ad una assistente socio sanitaria di San Benedetto dei Marsi, Gina Stella Cerasani, che sotto la minaccia di un coltello venne picchiata, seviziata, violentata e ferita gravemente al collo, e si finse morta per salvarsi.

In prossimità del bivio tra contrada Piantonata e la zona denominata Patongo, la Unareti, società concessionaria delle reti gas per conto del Comune di Fossacesia, procederà, a conclusione degli interventi, al rifacimento dell’asfalto sull’ intera carreggiata interessata ai lavori.

È stata identificata, grazie alla testimonianza di un passante, la persona che a bordo della sua auto, la mattina del 15 ottobre, ha investito in via Roma a Vasto una mamma con la figlia in braccio mentre attraversavano la strada sulle strisce pedonali, l’uomo non si era fermato a prestare soccorso dandosi subito alla fuga.