Giovedì 22 Febbraio 2024

Cronaca

I Carabinieri Forestali sequestrano discarica abusiva a Pescara sud, trovati 60 metri cubi di rifiuti abbandonati nel tempo

19/09/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
I Carabinieri Forestali sequestrano discarica abusiva a Pescara sud, trovati 60 metri cubi di rifiuti abbandonati nel tempo

Posti sotto sequestro anche computer e documentazione cartacea utili al prosieguo delle indagini.

Militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale – Nipaaf del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, in esito ad una segnalazione di un consigliere regionale, hanno posto sotto sequestro d’iniziativa, già convalidato, a carico di ignoti, una discarica abusiva presso il vecchio svincolo della Circonvallazione, tra Via Luciani e il Cimitero di San Silvestro a Pescara Sud.

Nell'area interessata dal sequestro sono stati rinvenuti circa 60 metri cubi di rifiuti, tra cui urbani, elettronici (Raee), ingombranti, serbatoi per trasporto liquidi pericolosi, guaine bituminose, isolanti ed altri rifiuti contenuti entro “big bags”, da caratterizzare compiutamente, frutto di abbandoni reiterati nel tempo su circa 300 metri quadrati del sedime dello svincolo della circonvallazione, di proprietà dell’Anas, società a cui è stata data in custodia giudiziaria l’area.

In particolare, sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro tre personal computer e documentazione cartacea (contratti di diversi utenti e documenti universitari) utili per il prosieguo delle indagini. Il materiale sequestrato si trova ora conservato nella sede del Nipaaf ed è a disposizione della Procura della Repubblica di Pescara, competente per le relative indagini.

“La diversa natura e la quantità dei rifiuti abbandonati” ha dichiarato il Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, “fa propendere verso una diffusa e deplorevole usanza di persone prive di scrupoli che, pur rischiando fino a due anni di arresto per la presenza di rifiuti pericolosi, continuano a non gestire secondo le norme vigenti i rifiuti da loro prodotti o affidatigli per motivi professionali”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

I fatti risalgono al periodo 2016-2021. Secondo l'accusa, da quando la vittima aveva solo 14 anni.

I destinatari dei provvedimenti, appartenenti alla cerchia relazionale virtuale del citato cittadino tunisino, risultano usuari di profili social con contenuti tipici degli ambienti dell’estremismo di matrice confessionale

I carabinieri della compagnia di Atessa le hanno notificato il provvedimento che le impedisce di tornare nel comune di Archi per 4 anni

I militari del Reparto Operativo Aeronavale di Pescara hanno individuato due distinti siti contigui nel comune di Città Sant’Angelo dove erano presenti un ingente quantitativo di rifiuti pericolosi e una carrozzeria completamente abusiva.