Sabato 21 Maggio 2022

Cronaca

DUE INTERVENTI OGGI SUL GRAN SASSO PER IL SOCCORSO ALPINO, CHE INVITA ALLA PRUDENZA A CAUSA DELLA PRESENZA DI GHIACCIO

31/10/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
DUE INTERVENTI OGGI SUL GRAN SASSO PER IL SOCCORSO ALPINO, CHE INVITA ALLA PRUDENZA A CAUSA DELLA PRESENZA DI GHIACCIO

Lungo intervento quello compiuto oggi dalle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese, allertate dai Vigili del Fuoco di Teramo. Le squadre del Soccorso Alpino sono intervenute per trarre in salvo alcuni alpinisti rimasti bloccati a causa del ghiaccio lungo la via Ferrata Danesi, sul Corno Piccolo

PRATI DI TIVO (TE)

La Via Danesi, che si presenta inizialmente con alcune scalette verticali fissate alla roccia e poi con cavi d’acciaio posti lungo dei ripidissimi canali rocciosi, presenta qualche passaggio in arrampicata di 2° grado e ancora scalette e cavi fino ad arrivare al famoso “buco” da attraversare. Si tratta di un percorso piuttosto difficile e riservato ad escursionisti esperti, reso in questo periodo particolarmente insidioso a causa della presenza di ghiaccio. Gli alpinisti sono stati soccorsi e tratti in salvo dalle squadre di terra del Soccorso Alpino e dall’elicottero del 118 decollato da L’Aquila. TERAMO Altro intervento per le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese presso “i faggi torti”, che si trovano in una zona del Parco nazionale dei Monti della Laga, poco sopra Ceppo, in località Jacci di Verre, ad una quota di circa 1800 metri. Proprio in quest’area, dove questi particolari faggi hanno assunto questa strana e particolare fisionomia, alcune ragazze si erano recate per un’escursione, ma ad un tratto hanno perso il sentiero e hanno allertato il 118, che ha attivato il protocollo dei soccorsi in montagna. Le ragazze sono state localizzate, rintracciate e tratte in salvo dalle squadre del Soccorso Alpino

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Provincia di Teramo CNSAS

Potrebbero interessarti

Un’automobile parcheggiata in discesa, si mette improvvisamente in marcia e finisce la sua corsa nell’area esterna di un asilo dove in quel momento stava giocando un gruppo di bimbi travolgendoli

Peste suina alle porte della regione. Mette in guardia la Cia Agricoltori-Italiani Abruzzo sul rischio che il contagio possa estendersi nei suini da allevamento e nei cinghiali anche in Abruzzo, vista la situazione epidemiologica nel vicino Lazio.

Un’automobile parcheggiata in discesa, si mette improvvisamente in marcia e finisce la sua corsa nell’area esterna di un asilo dove in quel momento stava giocando un gruppo di bimbi travolgendoli.

Intanto la Asl offre la possibilità di sottoporsi a test antigenici gratuiti presso gli hub vaccinali di Lanciano e Chieti.