Mercoledì 12 Agosto 2020

Cronaca

Crecchio, la Gdf sequestra un sito di circa 470 mq e 14 autoveicoli fuori uso per violazioni d.Lgs. 152/2006 – testo unico ambientale.

22/05/2020 - Redazione AbruzzoinVideo

I militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Pescara, a seguito di missioni di volo e mirata attività di polizia giudiziaria per la tutela del patrimonio ambientale e controllo del territorio, hanno eseguito un intervento nel Comune di Crecchio (CH), individuando un’area con numerosi autoveicoli fuori uso e abbandonati sul terreno vegetale.

L’attività investigativa ha permesso di accertare l’illecita gestione dell’area interessata nonché l’effettiva presenza di autovetture in chiaro stato di degrado, tale da renderle inidonee alla circolazione, il tutto in palese violazione alla normativa ambientale. Al termine del controllo, e stata posta in essere la misura cautelare del sequestro preventivo ex art. 321 c.p.p. applicata ad una porzione di proprietà con una estensione di circa 470 mq, nonché di rifiuti speciali pericolosi e non ivi contenuti, costituiti principalmente da veicoli abbandonati e parti di essi non sottoposti alle operazioni di bonifica.



Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria competente per aver violato la normativa ambientale vigente, D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., cosiddetto “Testo Unico Ambientale”. L’attività svolta è solo l’ultima, in ordine di tempo, di una mirata azione condotta, su tutto il territorio abruzzese, dai militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza per contrastare il fenomeno dei reati ambientali e i traffici illeciti di rifiuti ai fini della tutela del demanio e del patrimonio dello Stato.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il sindaco di Lanciano lancia un appello" Il virus è ancora in circolazione, dobbiamo evitare che si generi nuovo lockdown" vi invito a rispettare le norme"

“Non avrei mai voluto trovarmi di fronte ad una scelta del genere, ma quando si tratta di tutela della salute pubblica non ci sono altri argomenti che tengano. Come avevo già dichiarato in ripetute occasioni, abbiamo cercato fino alla fine di trovare una soluzione che salvasse la manifestazione tenendola ad un livello di dignità assoluta e tutelasse i nostri spettatori, ma abbiamo dovuto desistere”.

“Della situazione che si è venuta a verificare al Playa Blanco di Fossacesia Marina sono venuto a conoscenza ieri, nel tardo pomeriggio, quando sono stato contattato dalla titolare, Patrizia Spadano

Erano partiti dalla Badia di Sulmona (Aq), i due escursionisti toscani, una coppia di fidanzati di 28 e 32 anni, hanno percorso il Sentiero dello Spirito sul Morrone ed erano diretti a Rocca Caramanico (Pe). Purtroppo però la coppia toscana ha perso l’orientamento e ha imboccato un sentiero sbagliato che li ha portati in quota, nel territorio di Salle (Pe) a 1.900 metri di altezza.