Lunedì 15 Luglio 2024

Cronaca

Coronavirus, controlli dei carabinieri del Nas di Pescara in studi medici

03/04/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus,  controlli dei carabinieri del Nas di Pescara in studi medici

L'attività del Nas si inserisce nella verifica della violazione delle norme relative al decreto del Governo per l'emergenza Covid -19

Il NAS di Pescara sta svolgendo sul territorio controlli a studi medici di medicina generale. Un “medico di famiglia”, con attività professionale ubicata in provincia, è stato deferito all’A.G. per aver dirottato alcuni assistiti presso una farmacia compiacente e adiacente allo studio, dove avrebbero trovato le ricette in forma cartacea. Ciò contrariamente alle indicazioni del Ministero della Salute che consente ai cittadini di ottenere dal proprio medico il “numero di ricetta elettronica” senza più la necessità di portare in farmacia il promemoria cartaceo. Stessa sorte è toccata anche al farmacista, quale correo del medico.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Bussi, scomparsa sindaco La Gatta, il cordoglio dei parlamentari abruzzesi FdL

Gli agenti della squadra volante lo hanno fermato per un controllo di routine ha scoperto che l’uomo aveva numerose denunce a carico.

La conoscenza con la vittima era nata sui social. L’uomo è ai domiciliari.

Le indagini, dirette dalla Procura della Repubblica di Pescara e condotte dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Penne, hanno permesso di raccogliere gravi elementi indiziari sul coinvolgimento dei due giovani in truffe perpetrate ai danni di anziani residenti nella provincia di Pescara, in particolare in episodi avvenuti nel comune di Penne lo scorso settembre